Il Savarin irresistibile di Zia Bene, ce ne siamo innamorati: è strepitoso!

Per la rubrica Mercoledolce, Zia Bene, ovvero Benedetta Parodi, ci mostra come si realizza il Savarin. Si tratta di un dolce irresistibile di cui ci siamo innamorati a prima vista. Scopriamo insieme come si prepara.

Savarin Zia Bene
Savarin di Zia Bene (bbc.co.uk da Pinterest)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Biscotti salati al formaggio più buoni che mai. Con questa ricetta sorprenderai tutti
  2. Salame al cioccolato, ricetta di Cracco. Il tocco dello chef che nessuno si aspettava
  3. Risotto dello stalliere, il piatto della primavera con solo 3 ingredienti. Possono farlo tutti

Il Savarin, anche noto in Italia come babà Savarin, è un dolce tipico della tradizione culinaria francese che risale al XIX secolo.

Esso è costituito dal medesimo impasto del babà ma possiede l’aggiunta del latte, ingrediente che gli conferisce una consistenza maggiormente spumosa.

Per quanto riguarda le guarnizioni, originariamente era condito con frutta fresca ma ad oggi è guarnito con creme varie o confetture di diverse tipologie.

Oggi però andiamo a scoprire come lo realizza la Zia Bene: è un piacere per gli occhi, figuratevi per il palato!

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il Savarin di Zia Bene: un dolce irresistibile

La cuoca famosissima sia nel mondo dei social che in quello televisivo, lo realizza con crema montata, frutta e liquore creando un mix di sapori fuori dall’ordinario.

Benedetta Parodi crudaiola
Benedetta Parodi (foto da Instagram @ziabene)

Senza perderci dunque in chiacchiere ed indugi, tuffiamoci direttamente nella ricetta di Benedetta Parodi scoprendo ingredienti e preparazione del Savarin.

INGREDIENTI (dosi per 10 persone):

PER IL SAVARIN:

  • 9 uova
  • 10 g di sale fino
  • 150 g di burro
  • 50 g di zucchero
  • 400 g di farina di Manitoba
  • 100 ml di panna fresca liquida

PER LA BAGNA:

  • 40 g di scorza d’arancia
  • 2 litri d’acqua
  • 200 ml di rum
  • 800 g di zucchero
  • 20 g di scorza di limone

PER SPENNELLARE E GUARNIRE:

  • 100 g di zucchero a velo
  • 1 kiwi
  • 3 fragole
  • 160 ml di confettura d’albicocche
  • 500 ml di panna fresca liquida

PREPARAZIONE (circa 60 minuti + 90 di cottura):

Per prima cosa, intiepidite il latte e scioglietevi al suo interno il lievito. A questo punto aggiungete anche la farina ed impastate a mano fino ad ottenere un panetto liscio.

Riponetelo in una ciotola coprendolo con pellicola per alimenti e lasciatelo riposare per circa 2 ore in forno chiuso e con luce accesa. In questo modo il panetto raddoppierà il suo volume iniziale.

Trascorso questo lasso di tempo, si potrà iniziare a preparare il vero e proprio impasto: ponete il panetto insieme alla panna, metà delle uova e la farina nella tazza di una planetaria munita di foglia.

Azionate la macchina finché otterrete un composto omogeneo e dunque sostituite la foglia con il gancio. Mentre la planetaria è in azione aggiungete un po’ per volta burro, le uova rimanente, lo zucchero e qualche pizzico di sale.

Impastate il tutto a velocità media per circa 40 minuti, fino a quando l’impasto si sarà staccato dalle pareti e risulti particolarmente elastico e molle.

Dunque versate l’impasto in uno stampo alto minimo 10 cm e dal diamentro di 22\24 cm e lasciatelo lievitare in forno con la luce accesa per almeno 1 ora.

Trascorso questo tempo azionate il forno impostando 180° C per 1 ora. Nel frattempo preparate la bagna: fate bollire in un pentolino abbondante acqua con lo zucchero, le scorze d’arancia e di limone secondo le dosi precedentemente riportate.

Quando il tutto bollirà aggiungete il rum. In questo momento inzuppate totalmente il Savarin, ormai pronto, con questa bagna.

Adesso il vostro savarin deve solo essere guarnito: montate a neve la panna con lo zucchero a velo e con una sac-à-poche decorate con dei ciuffi i lati del savarin e riempite il foro centrale.

savarin parodi benedetta
Fruste elettriche per montare la panna (RonPorter da Pixabay)

Infine tagliate a fette una fragola e il kiwi, posizionatele sui ciuffi di panna mentre ponete sulla sommità le due fragole restanti e lucidatele con la confettura di albicocche. Il vostro savarin è pronto per essere servito: una volta a tavola tagliatelo a fette e offritelo ai vostri ospiti!