Le migliori scene di cibo nei film di Alberto Sordi

0
17
sordi un americano a roma

In questo 2020 così negativo dobbiamo trovare qualche motivo per festeggiare. Lo facciamo, a nostro modo, celebrando una ricorrenza: i 100 anni della nascita di Alberto Sordi. Come? Con il cibo, naturalmente…

Uno dei tanti modi per festeggiare Alberto Sordi a 100 anni dalla sua nascita è godersi alcune delle scene più memorabili dei suoi film. Scene che trattano, ovviamente, di cucina e cibo; una delle grandi passioni dell’Albertone nazionale. Abbiamo scelto due delle scene più iconiche che fanno rivivere i ricordi delle emozioni che Sordi ha regalato al suo pubblico e in cui il cibo è tra i protagonisti.

Alberto Sordi e il cibo: due scene iconiche

La prima è senza dubbio la scena dei “maccheroni” in “Un americano a Roma“. Sordi è Nando, un giovane nato e cresciuto a Roma che sogna di vivere negli Stati Uniti, un mondo che conosce solo attraverso le pellicole dei film. E Sordi finge proprio di essere americano al punto da imitare i suoni della lingua a stelle e strisce. Una sera, tornando a casa tardi, trova il piatto di maccheroni e del vino che i suoi genitori gli avevano lasciato sul tavolo. Inizialmente disprezza la cena dicendo che, essendo americano, era giusto che mangiasse americano, ma alla fine non può resistere a uno dei piatti più autentici della nostra cucina, uno che rappresenta in pieno l’italianità a tavola. Tutti conoscono la famosa scena, quando Sordi inizia a mangiare i maccheroni in segno di sfida, per vendicarsi del fatto che lo avevano “provocato”. Nel 1962, nella commedia nera “Mafioso” di Lattuada, Sordi interpreta un siciliano che vive a Milano. Porta la moglie milanese e i figli in vacanza nella sua rustica città natale e la distinzione nei modi di vivere è immediatamente evidente. In una scena c’è un enorme tavolo pieno di cibo e tutti i membri della famiglia allargata si stanno riempiendo la pancia. La moglie di Sordi, ad un certo punto, accende una sigaretta, tutti si fermano a guardarla. Chiede se sono infastiditi dal fumo. Tuttavia, Sordi le spiega che non sono abituati a vedere una donna che fuma. Allora lei dice: “Oh, beh, ognuno ha le sue abitudini. Fumo una sigaretta a fine pasto“. Peccato che quello che avevano avuto fino a quel momento a tavola era solo l’antipasto. Il primo piatto doveva ancora arrivare…