Sciapo o salato: è questo il dilemma. Come sostituire il sale in cucina

0
15
Sciapo o salato: è questo il dilemma. Come sostituire il sale in cucina
Sciapo o salato: è questo il dilemma. Ecco le linee guida per conoscere questo ingrediente e tanti consigli per sostituirlo in cucina

Sciapo o salato: è questo il dilemma. Ecco le linee guida per conoscere questo ingrediente e tanti consigli per sostituirlo in cucina

Iodato, integrale, affumicato, rosa dell’Himalaya, rosso delle Hawaii: il sale è l’ingrediente che ricorre in tutte le preparazioni culinarie salate e talvolta anche in quelle dolci. E’ anche un elemento di discussione a tavola: lo stesso piatto che per qualcuno è sciapo a qualcun altro risulta troppo salato. E’ semplicemente una questione di gusto e percezione, o dovremmo prestare maggior attenzione alla quantità di sale nelle nostre diete?

Il sale è la maggiore causa di ritenzione idrica, infatti quando si osservano diete ipocaloriche il consumo di sale viene quasi completamente annullato o comunque ridotto. Come possiamo dare comunque un sapore sapido ai nostri piatti?

LEGGI ANCHE: Sale aromatizzato: dieci idee gustosissime per insaporire i vostri piatti

Sciapo o salato: è questo il dilemma. Come sostituire il sale in cucina evitando la ritenzione idrica

Il sale è presente in tantissimi alimenti che utilizziamo nelle nostre cucine: bibite gassate, formaggi stagionati e insaccati, oltre che in quantità spesso sconsiderate nei cibi preconfezionati. Anche le acciughe, i capperi, le olive, la salsa di soia e tutti i prodotti conservati sotto sale, sono ingredienti assolutamente sconsigliati in una dieta iposodica. Quindi, prima di tutto, prediligete cibi freschi preparati in casa e iniziate sin da oggi a ridurre gradualmente l’utilizzo di sale nei vostri piatti. Giorno dopo giorno il vostro palato si abiterà a nuovi sapori più delicati.

Ecco alcune valide alternative all’uso del sale.

  1. Le spezie sono degli ottimi alleati per dare maggior carattere e condimento ai vostri piatti: curry, paprika, peperoncino, pepe, zafferano, zenzero, noce moscata, cumino.
  2. Le erbe aromatiche: per insaporire piatti di carne o pesce, ma anche per le insalate, zuppe e sughetti, sostituite il sale con basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino, timo, maggiorana, menta, coriandolo e alloro. I piatti assumeranno una profumazione unica!
  3. Aglio e cipolla, ma anche porri e scalogno, con il loro profumo e sapore intenso e deciso, sono degli ottimi alleati per dare una marcia in più alle vostre ricette.
  4. Limone e arancia: gli agrumi donano un gusto fresco e fruttato alle pietanze, che non vi farà rimpiangere il sale. Utilizzate sia il succo che la buccia degli agrumi.
  5. Vino e aceto: ingredienti molto usati in cucina ed ottimi sostituti del sale. Usate l’aceto, di vino o balsamico, per insaporire insalate e verdure. Il vino può essere usato per sfumare piatti a base di carne o pesce.
  6. Sedano: usato in cottura o a crudo per guarnire i piatti. Può anche essere essiccato, ridotto in polvere e usato al posto del sale.

Ricordate che per combattere la ritenzione idrica non basta limitare l’uso del sale. Ma associando alla dieta iposodica l’assunzione di molta acqua e un’attività fisica costante e regolare, migliorerete sicuramente la vostra salute.

  • Per essere sempre aggiornato su trucchi e segreti della cucina: CLICCA QUI
  • SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO INSTAGRAM

YR