Scrippo d’acero: caratteristiche e modi d’uso

Scrippo d’acero: caratteristiche e modi d’uso

Considerate le caratteristiche negative dello zucchero raffinato lo sciroppo d’acero si rivela la miglior alternativa da portare in cucina. E’ un liquido zuccherino ottenuto bollendo la linfa dell’acero da zucchero e dell’acero nero. È il terzo dolcificante naturale meno calorico (meno di 250 calorie per cento grammi) superato dalla melassa e dalla stevia.

E’ ricchissimo di sali minerali, come potassio, calcio e ferro, ma anche vitamine e acido malico. Ha proprietà energizzanti, depurative e drenanti, ricco di antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. E’ molto apprezzato anche per il suo indice glicemico medio, che è inferiore a quello di altri dolcificanti.

Per beneficiare delle sue proprietà depurative e drenanti provate a diluire quattro cucchiai di sciroppo d’acero in due litri di acqua. Non mangiate altro, magari saltano la cena, e noterete subito un senso di pulizia e sgonfiamento. Se invece volete beneficiare delle sue capacità ricostituenti  versatelo sugli alimenti, come se fosse del miele.

Ha buone capacità protettive sull’apparato intestinale ed è molto utile in caso di gastrite in virtù delle sue proprietà emollienti. Infatti rende più elastico l’epitelio gastrointestinale e riduce le infiammazioni. Inoltre accelera il metabolismo e favorisce la termogenesi, aiuta quindi a bruciare calorie. Consigliato anche nelle diete dimagranti, ma senza esagerare.

Come utilizzare lo sciroppo d’acero?

Un classico è versarlo sui pancake, ma può essere adoperato per addolcire le bevande, come latte o caffè. Non copre il sapore, al contrario di altre sostanze sostitutive dello zucchero. Si può impiegare anche nella preparazione di biscotti, torte e dolci in genere.

Il fatto che sia ricco di proprietà nutrizionali non significa che può essere però consumato a dismisura. E’ comunque ricco di zuccheri (leggete bene l’etichetta) il cui eccesso può provocare diabete, obesità e problemi cardiaci. Per i diabetici lo sciroppo d’acero è controindicato tanto quanto un qualunque altro alimento ricco in zuccheri. E’ probabilmente più salutare dello zucchero bianco, ma è sempre saggio moderare le dosi delle sostanze zuccherine..!

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post