Sembrano cozze ma non lo sono, non comprarle! Danni irreparabili per la salute

Si rischia fino a 12mial euro di multa se si viene sorpresi con queste finte cozze, fate attenzione a cosa pescate durante l’estate. Vediamo nel dettaglio la questione che è molto intricata. 

Sembrano cozze ma non lo sono, non comprarle! Danni irreparabili per la salute
Cozze (Foto di Silviya Simeonova da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

In Italia, la pesca e il commercio di queste “finte cozze” sono illegali dal 1998, grazie al DM del 16 ottobre 1998, mentre nel resto dell’Europa dal 2006, con il Regolamento Europeo n. 1967 del 2006.

È quindi vietatala cattura, la detenzione a bordo, il trasbordo, lo sbarco, il magazzinaggio, la vendita e l’esposizione o la messa in vendita”.

Per chi infrange la legge sono previste diverse sanzioni:

  • Sequestro dell’attrezzatura utilizzata
  • Sequestro della merce pescata
  • Reclusione da 2 mesi a 2 anni
  • Multa dai 2000€ ai 12000€.

Attenzione però la multa non va solo a chi le cattura ma anche a chi le serve in tavola e, addirittura, a chi li mangia, per cui dobbiamo fare attenzione anche se, a nostra insaputa, ci ritroviamo nel piatto queste “cozze”.

Come succede però molto spesso in Italia, purtroppo, il divieto di pesce li ha resi ancora più preziosi, alimentando un vero e proprio mercato nero. Vediamo di cosa di tratta e il perchè non si possono pescare i datteri di mare.

Datteri di mare illegali: perché è vietata la pesca?

Potrebbero sembrare delle cozze ma in realtà si tratta di datteri di mare (lithophaga lithophaga) che appartengono alla specie dei molluschi bivalvi. Si nutrono di plancton, alghe e detriti filtrandoli dall’acqua e vivono incastonati nelle rocce calcaree insidiandosi in profondità al loro interno.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Sembrano cozze ma non lo sono, non comprarle! Danni irreparabili per la salute
Datteri di mare (Pinterest)

Rispetto alle cozze hanno un colore marrone chiaro, una forma molto più allungata ed un sapore dolciastro simile a quello delle ostriche (ma dal costo anche 4 volte maggiore rispetto a quello delle ostriche!).

Spesso in estate si vedono molte persone che escono in mare per fare una scorpacciata di cozze ma scambiano i datteri di mare per questi molluschi rischiando molto in termini di salute ambientale.

I datteri di mare sono innocui per la salute umana ma la loro pesca è illegale e i motivi sono estremamente semplici come avreste potuto già intuire da quanto scritto finora.

datteri di mare sono considerati una specie protetta per i seguenti motivi:

  1. Per catturarli occorre distruggere il loro habitat, ossia le rocce calcaree sulle quali vivono. Per spaccare questi materiali servono infatti picconi o esplosivo che deturperebbero non poco i fondali marini.
  2. Hanno una crescita estremamente lenta. Per arrivare ai 5 cm impiegano dai 15 ai 35 anni e una loro pesca intensiva vorrebbe dire estinzione certa!
Sembrano cozze ma non lo sono, non comprarle! Danni irreparabili per la salute
Dattero di mare incastrato nella roccia (Foto @napoli.occhionotizie.it)

Per denunciare chi pesca o chi serve in tavola datteri di mare, occorre chiamare la Guardia Costiera o la Guardia Forestale. Fate attenzione, l’ambiente rischia davvero grosso, e ognuno deve dare il suo contributo per salvaguardarlo.