Sequestrati 230 kg di alimenti scaduti o ricongelati, “Condizioni igieniche disastrose”

L’operazione si inserisce nel più ampio quadro dei controlli della Polizia di Stato sul litorale romano soprattutto nei weekend nelle zone della movida.

Carabinieri Nas maxi sequestro alimenti Emilia e Lazio dettagli
Carabinieri Nas (Foto Instagram @haccpsystemgroup)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Proseguono senza sosta i controlli della Polizia di Stato, dopo quello nelle province di Parma e Modena della scorsa settimana che ha portato al sequestro di 400 chili di prodotti non conformi e la cui origine e provenienza non erano presenti in etichetta, ora è la volta del litorale romano.

Qui lo scorso weekend i militari dell’Arma hanno perlustrato le zone della cosiddetta movida romana, molto frequentate da giovanissimi soprattutto a tarda notte e quindi più soggetti a cadere nella rete degli aguzzini.

Ad Ostia, gli uomini del X Distretto Lido di Roma, unitamente al Reparto Prevenzione Crimine Lazio, alla Sezione Operativa della Questura di Roma e personale della Guardia di Finanza, hanno effettuato vari posti di controllo.

Vediamo nel dettaglio cosa hanno riscontrato i Carabinieri e i prodotti specifici messi al bando per contrastare il traffico illecito di alimenti venduti poi a caro prezzo sui mercati di tutta la Penisola.

Ostia, in un minimarket sequestrati 230 kg. di alimenti scaduti o ricongelati

Le verifiche hanno riguardato diversi locali della zona: in un minimarket sono state somministrate sanzioni amministrative pari a 4.500 euro a causa di inosservanza delle norme igienico sanitarie.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Carabinieri operazione Crepuscolo maxi sequestro Italia
Carabinieri (Facebook)

Qui è stato disposto il sequestro immediato di 230 kg di alimenti, scaduti o ricongelati, oltre che la sospensione dell’attività sino a nuova verifica.

Qui gli alimenti sono risultati privi in etichetta di indicazioni riguardanti la rintracciabilità, quindi estremamente pericolosi per la salute dei consumatori ignari di quanto acquistato in buona fede.

L’operazione si inserisce nel più ampio quadro dei controlli della Polizia di Stato sul litorale romano soprattutto nei weekend nelle zone della movida. In particolare nelle ultime ore, nei vari posti di controllo, sono state 78 le persone identificate e 35 i veicoli fermati per controlli a random.

Ricordiamo che questo tipo di controlli si svolge a campione ogni giorno per tutelare i consumatori ed impedire loro di fare acquisti pericolosi per la loro salute.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Il Ministero della Salute (e dell’Agricoltura) coadiuvato dai Nas, dalle Asl locali e dal Rasff svolge queste operazioni per bloccare la messa in commercio di prodotti contraffatti.

Ma anche privi di etichettatura, provenienti da mercati esteri non sicuri in cui le norme igienico sanitarie non sono delle migliori e non rispettano gli alti standard europei ed italiani in termini di sicurezza alimentare.