Sgroppino al caffè, l’aperitivo Made in Veneto per finire ogni pasto in bellezza

Si tratta di un intermezzo alcolico tra un secondo piatto e quello successivo nelle feste con tante portate, un digestivo fresco da poter consumare anche in estate per dissetarsi. 

Sgroppino al caffè ricetta digestiva veneta
Sgroppino al caffè (Foto Pinterest @gotujmy.pl)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Lo sgroppino è un sorbetto alcoolico che in Veneto non può mai mancare a fine pasto come digestivo oppure anche da consumare tra il primo ed il secondo quando pranzo o cena sono con più portate e si necessita di un aiuto per digerire.

Quindi viene servito per consentire agli invitati di digerire le pietanze prima dell’arrivo dei piatti successivi, ottimo quindi per queste feste natalizie appena iniziate.

La parola veneta “sgropìn” indica quello che nel resto d’Italia indica il classico sorbetto con latte e frutta fresca. I primi cenni storici di questa bevanda risalgono al 1528 e fin d’allora era servito nelle tavole aristocratiche per ripulire il palato tra una portata e l’altra.

A grandi linee, gli ingredienti dello sgroppino sono sempre gelato al limone, vodka, e prosecco. Negli ultimi anni poi sono venuti di moda altri tipi di sgroppino come quello alla fragola, al pompelmo, al mandarino, al caffè ma il più delle volte questi ultimi sono analcolici. In Sicilia lo preparano con Vodka liscia e granita al limone.

Vediamo come realizzarlo, generalmente lo si trova nella variante al limone, oppure fragola, mandarino o al melone in estate (sia alcolici che no) ma noi lo realizziamo al caffè, versione più inusuale ma molto gradita nella regione.

Ingredienti e preparazione dello sgroppino al caffè

Il consiglio furbo che vi diamo è prezioso: il gelato non deve essere eccessivamente freddo, pertanto toglietelo dal freezer almeno 10 minuti prima di preparare lo sgroppino.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Caffè avanzato come riutilizzarlo dettagli
Chicchi di caffè (Foto di Igor Haritanovich da Pexels)

INGREDIENTI (per 6 bicchieri)

  • 500 ml di sorbetto/gelato al caffè
  • 60 ml di whisky
  • 300 ml di prosecco millesimato
  • 1 cubetto di ghiaccio per ogni bicchiere

PREPARAZIONE (circa 5 min + 30 minuti in frigo)

Riunire nel frullatore o blander elettrico il sorbetto al caffè con il prosecco e la vodka. Azionare la velocità media e frullate per circa 1 minuto, in modo che tutti gli ingredienti vengano bene miscelati tra di loro.

Trasferite lo sgroppino in frigo per circa mezz’ora prima di servire, poi versarlo in 6 flute da spumante, inserire la cannuccia ed il ghiaccio e servire agli ospiti.

Non provate a servire lo sgroppino nei calici da acqua, in Veneto è considerata una vera assurdità gastronomica che non va mai commessa, pena sguardi accigliati e commenti dialettali a dir poco sconvenienti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jill Cook (@iamjillcook) 

Per prepararlo nelle altre versioni al limone, mandarino e fragola il procedimento ed il dosaggio di prosecco e whisky sono i medesimi. IN alcuni locali viene aggiunta anche della menta fresca per dare ancora di più quel tocco di freschezza che ben si addice alla bevanda digestiva.