Siparietto Parodi-Caressa: la gricia con cipolla caramellata lo conquista

La pasta alla gricia è un primo piatto tipico della tradizione romana condita con abbondante pecorino romano, pepe nero (ingredienti della pasta cacio e pepe), guanciale. La variante di Benedetta però stravolge tutto.

Benedetta Parodi ricetta pasta all gricia rivisitata
Benedetta Parodi (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI OGGI:

Ieri in casa Parodi-Carassa si è consumata un mezzo dramma culinario. La cuoca di Real Time ha infatti chiamato in sfida il marito Fabio per preparare una pasta alla gricia completamente rivisitata.

Il marito è infatti un estimatore della cucina romana più tradizionale e non accetta spesso queste variazioni sul tema che Benedetta Parodi gli propone.

La sfida sarà superata? Ricordiamo che la gricia è un primo piatto tipico della tradizione romana condita con abbondante pecorino romano, pepe nero (ingredienti della pasta cacio e pepe), e guanciale.

Benedetta invece la realizza con il cipollotto caramellato, “una osa pazzesca!”, spiega lei nel video YouTube in cui racconta l’esecuzione della ricetta passo passo per i suoi follower. Vediamola insieme.

Ingredienti e preparazione della pasta alla gricia rivisitata di Benedetta

La reazione di Fabio alla mia Gricia rivista 😅”, scrive Benedetta a corredo del post. Il marito infatti è allergico al glutine e non potrà assaggiare la pasta da lei creata. Lui infatti appare visibilmente arrabbiato ed esclama “potevi legarmi le mani che facevi prima, uffa!“.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Benedetta Parodi ricetta pasta all gricia rivisitata
Fabio e Benedetta (screen YouTube)

INGREDIENTI (per 2 persone)

  • 2/3 cipollotti freschi
  • 150 g di guanciale
  • 200 g di penne
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 2 cucchiai di aceto
  • Acqua di cottura qb.
  • Pecorino Romano Dop qb.
  • Sale qb.

PREPARAZIONE (circa 45 min)

Per prima cosa mettere a rosolare il guanciale tagliato a listerelle sottili senza olio in una padella antiaderente, va fatto andare almeno per 8-10 minuti a fuoco basso finchè non perde tutto il suo grasso.

Nel frattempo pulire e tagliare a fettine sottili i cipollotti che andranno poi messa a rosolare nella padella del guanciale (che nel frattempo andrà tolto e messo da parte).

Usare il suo grasso permette al cipollotto di ammorbidirsi molto e prendere molto sapore. Benedetta consiglia di usare il coperchio in modo che la condensa ammorbidisca ancora di più la verdura.

Dopo circa 10 minuti aggiungere lo zucchero e l’aceto, sale e mescolare fino a completo assorbimento. Mettere l’acqua a scaldare e quando bolle gettare la pasta che andrà cotta per circa 9 minuti (tenere mezzo bicchiere di acqua da parte per mantecare).

Versare la pasta cotta al dente nella padella con i cipollotti caramellati, il guanciale, tanto Pecorino e pepe, acqua per mantecare e creare una bella cremina che legherà insieme pasta e verdura in un tripudio incredibile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Benedetta Parodi (@ziabene)

La cuoca consiglia di stare un po’ indietro con la cottura della pasta, la successiva mantecatura infatti la porta avanti e le conferisce la morbidezza necessaria per arricchire la composizione finale e non arrivare troppo dura al palato.