La Smeggiassa (o Megiassa), l’antica torta del Polesine. Cenni storici e preparazione passo passo

Ha origini molto antiche ma ancora oggi viene preparata nelle settimane a cavallo del Natale e di Carnevale, ricca e gustosissima.

Torta megiassa ricetta veneta Polesine
Torta megiassa (Foto Instagram @amore_di_torta)

LE RICETTE PIÙ BUONE DI OGGI:

La conoscono solo i comuni a cavallo del Polesine, quindi delle province di Rovigo e Ferrara. In antichità era un dolce degli scarti che veniva cotto sotto le ceneri del caminetto.

Gli ingredienti della Megiassa o Smegiassa variavano anche molto a seconda dell’area geografica in cui veniva preparato e dalle disponibilità economiche delle famiglie. Per questo la si poteva trovare con o senza qualcosa all’interno, canditi, uvetta, pinoli, scorze di limone, mele, fichi secchi erano spesso beni di lusso.

Oggi la ricetta viene preparata a ridosso del Natale e del Carnevale oppure durante compleanni e feste in famiglia, una sorta di rivisitazione povera del panettone classico che nel dopo guerra ha preso il sopravvento.

Vediamo al ricetta che è stata tramandata negli anni (ricordando che però ancora oggi esistono delle lievi differenze spostandosi anche di pochi chilometri).

Megiassa con canditi e pane, ingredienti e preparazione

Si pensa che il nome derivi dalla melassa, lo zucchero estratto dalla lavorazione della barbabietola da zucchero. In Polesine fino agli anni Ottanta c’erano ben 8 zuccherifici, il fioco forza è fatto per questo dolce!

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Torta megiassa ricetta veneta Polesine
Pane raffermo e latte (Foto Pixabay AndaDeea)

INGREDIENTI

  • 3 uova intere
  • 400 g pane raffermo
  • 220 g latte
  • 80 g zucchero di canna grezzo
  • 10 g burro
  • 200 g zucca lessata Delicata (va bene anche quella congelata)
  • 30 g di fichi secchi
  • 50 g di uvetta
  • 30 g di pinoli
  • 50 g cedrini
  • 100 g di mele
  • 1 bicchierino di Rum (meglio alle mandorle)

PREPARAZIONE (circa 60 min + 1 giorno di ammollo del pane)

Si parte mettendo il pane raffermo in ammollo con il latte per una notte in frigo. Lessare nel frattempo la zucca in forno fino a quando è tenera.

Il giorno dopo prendere la terrina del pane ormai bello morbido e versarci dentro le uova, il liquore, l’uvetta, i cedrini, i pinoli ed i fichi secchi, la zucca morbida infine.

Mescolare bene considerando che l’impasto dovrà risultare piuttosto compatto, simile ad una polenta appena cotta.

Torta megiassa ricetta veneta Polesine
Uvetta sultanina (Foto Pixabay forwimuwi73)

Foderare con la carta forno una teglia di circa 22-24 cm di diametro, versare il composto e aggiungere anche qualche fiocco di burro sopra. Infornare a 180° C per circa 40 minuti. Accompagnare con del vino Passito.