Sonia Peronaci ci fa fare un viaggio culinario a Pantelleria: mai provato i baci panteschi? Sublimi

Se non sei mai stato a Pantelleria forse non conosci i baci panteschi, due soffici frittelline unite da una crema di ricotta spumosa e leggera che si scioglie in bocca. 

Sonia Peronaci ricetta baci panteschi
Sonia Peronaci (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Lei è la fondatrice del blog Giallo Zafferano ma poi con gli anni è diventata anche il volto e al voce di numerosi spot pubblicitari e programmi tv che la vedono protagonista indiscussa.

Sonia Peronaci pochi giorni fa, forse anche in prede alla nostalgia dei viaggi estivi, ha pubblicato la ricetta di una specialità tipicamente siciliana, in particolare dell’Isola di Pantelleria.

Si tratta dei baci panteschi simili a piccoli merletti usati come involucro esterno ad una farcitura di ricotta cremosa. In realtà non sono biscotti ma piuttosto frittelle preparate con una pastella di uova e farina che racchiudono la ricotta aromatizzata a piacere con scaglie di cioccolato, cannella o frutta candita.

Non si conosce l’origine di questo dolce, ma sicuramente sappiamo che per prepararli è indispensabile il tipico attrezzino con cui formare le frittelle: una via di mezzo tra uno strumento di cucina e una bacchetta magica. Ogni famiglia e ogni pasticceria dell’isola hanno il loro simbolo“.

Spiega Sonia che ci rivela la sua personale versione dell’amato bon bon. Vediamo come realizzare questi baci.

Ingredienti e preparazione dei baci panteschi di Sonia Peronaci

Oggi l’attrezzo è facilmente reperibile anche online quindi questi baci si possono realizzare comodamente anche in ogni altra zona d’Italia e non solo a Pantelleria.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

torta ricotta e prugne
Ricotta (Foto di id-art da Adobe Stock)

INGREDIENTI (per 15 baci panteschi)

Per la base delle frittelle: 

  • 70 g di farina 00
  • 3 uova media intere
  • 130 g latte intero
  • 2 g di lievito per dolci
  • Sale un pizzico

 Per la farcia:

  • 1,2 kg ricotta di pecora
  • 200 g gocce di cioccolato
  • 140 g zucchero a velo
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere

Per friggere:

  • 1,5 l olio di arachidi
  • Zucchero a velo qb. per decorare

PREPARAZIONE (circa 140 min)

Si inizia preparando la crema di ricotta: unire il formaggio in una terrina assieme alle gocce di cioccolato, lo zucchero a velo e la cannella. Mescolare bene gli ingredienti, quindi trasferire la crema all’interno di una sacca da pasticcere e riporre in frigo a freddare.

Preparare la pastella unendo in una boule insieme le uova intere, il latte, la farine setacciata, il lievito ed il sale. La pastella che si ottiene deve essere super liscia e senza grumi. Tenerla in frigo per 30 minuti per far leggermente attivare il lievito.

Una volta trascorso il tempo indicato, mettere a scaldare l’olio e non appena avrà raggiunto la temperatura di 170°-175° C, immergere dentro la pentola l’apposito stampo per un minuto per scaldarlo.

Scolarlo e immergerlo poi nella pastella un paio di volte senza che ricopra la parte superiore dello stampo. Immergere nuovamente ora lo stampo nell’olio a temperatura e attendere che la pastella si gonfi e inizi a staccarsi dallo stampo.

Se questo non avviene usare i robbi di una forchetta per incentivare l’operazione di distaccamento. Friggere i dischi per un paio di minuti per lato finchè non saranno belli dorati.

Una volta freddi vanno farciti con la crema di ricotta e sigillati proprio come due baci. Spolverizzare a piacere con zucchero a velo e servire a tavola.