Spaghetti alla ‘puttanesca’: il piatto povero della tradizione napoletana

0
20
Spaghetti alla 'puttanesca': il piatto povero della tradizione napoletana
Spaghetti alla 'puttanesca': il piatto povero della tradizione napoletana

Spaghetti alla ‘puttanesca’: il primo piatto povero della tradizione napoletana, vediamo insieme la ricetta super veloce da preparare

Spaghetti alla ‘puttanesca’: il piatto povero della tradizione napoletana

Un primo piatto della cucina napoletana super veloce e super squisito. Anche in questo caso la ‘scarpetta’ in questo appetitoso sugo, non può mancare. Negli anni ’50, un gruppo di amici si ritrova in tarda serata seduto al tavolo di un ristorante ormai quasi in chiusura; la giovane comitiva chiede al cuoco Sandro Petti, di preparargli una ‘puttanata’ qualsiasi, da qui la ‘puttanesca’. Loro avrebbero mangiato di tutto perché avevano fame. E così, Sandro Petti si reca in cucina, e con pochi e semplici ingredienti, spaghetti, aglio, olio, pomodoro, olive e capperi, prepara un piatto da leccarsi i baffi. Prepariamolo insieme, andiamo in cucina!

LEGGI ANCHE>> Lo ‘Scarpariello’: la ricetta del piatto povero della tradizione napoletana

Spaghetti alla puttanesca: la ricetta del piatto povero partenopeo

Per la preparazione di questo succulento primo piatto, ci serviranno:

  • Spaghetti
  • Pomodori datterini o ciliegini (andranno bene anche quelli confezionati)
  • Aglio
  • Olio
  • Basilico
  • Sale
  • Capperi
  • Olive Nere

Per prima cosa, laviamo e denoccioliamo le olive nere e tagliamole in due. Laviamo i capperi e scoliamoli. In una padella, aggiungiamo aglio e olio e facciamo soffriggere per qualche minuto. Dopodiché aggiungiamo i pomodori, non abbiate timore di aggiungerne in quantità, aggiungiamo anche i capperi e le olive e facciamo cuocere. Attenzione all’aggiunta di sale, visto che i capperi ne contengono già abbastanza. Da parte cuociamo la pasta in abbondante acqua leggermente salata e scoliamola al dente, non buttare l’acqua di cottura. Quando il sugo è pronto, a fiamma spenta aggiungiamo anche il basilico. Scoliamo al dente la pasta e la aggiungiamo direttamente in padella e saltiamola con il nostro sughetto, se necessario aggiungiamo un mestolino di acqua di cottura. Una volta pronto, impiattare e servire! Vi leccherete i baffi.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM: CLICCA QUI

Per essere sempre aggiornato su trucchi e segreti della cucina, CLICCA QUI