Spugnette dei piatti usurate, non le buttare: usale così e cambia tutto

Non buttare via le spugne dei piatti usate: si possono riutilizzare e servono in molti casi. Ecco delle pratiche idee di riciclo davvero utilissime. 

riciclo spugne
Spugne per lavare i piatti (Canva)

Le spugne che si usano per lavare i piatti, si sa, dopo un pò di tempo bisogna sostiuirle. Sia che siano del tutto usurate, sia per evitare un’inevitabile proliferazione di batteri, quando iniziano a sembrare sporche e perdono la loro consistenza iniziale è bene disfarsene.

Ma non bisogna buttarle via. Sono una risorsa che può rivelarsi davvero molto utile. Possono essere quindi riciclate trovando una nuova vita  per svolgere altre attività e diverse funzioni.

Secondo gli esperti infatti, il tempo giusto per la durata delle spugnette per lavare i piatti sarebbe di 2 settimane. Ogni 15 giorni quindi andrebbero cambiate e anche se si sceglie di riutilizzarle bisogna comunqque igienizzarle a fondo disinfettandole bene.

Un metodo è inserirle bagnate nel forno a microonde per 30 secondi alla massima temperatura per eliminare sporco e batteri o far fare un lavaggio in lavastoviglie.

Come riutilizzare le spugne usate

Un modo per usare le spugne vecchie è sfruttare la loro capacità assorbente e farla diventare un sostituto del terriccio per coltivare erbe aromatiche.

riciclo spugne
Spugne (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Pesticidi e glifosato nella pasta, attenzione: queste sono le marche migliori
  2. “E’ sempre Mezzogiorno”, questo risotto è spaziale: Clerici al settimo cielo
  3. Torna il famosissimo biscotto Mulino Bianco, felicità incredibile

Si prende un piatto e si mette la spugna inumidita al centro. Poi disporre i semi distanziandoli gli uni dagli altri per lasciargli spazio per la crescita.

Infin bisogna sistemare sopra una ciotola di vetro e posizionare il tutto alla luce piena. In questo modo germoglieranno piano piano.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Sempre nell’ambito del giardinaggio si possono usare le spugne rovinate per metterle nel fondo dei vasi delle piante in modo che trattengano l’umidità impedendo così alle piante di seccare.

Ma c’è anche un altro modo molto efficace ed utile. Se c’è il problema dei cattivi odori che spesso si presentano dentro il frigo ecco che se si mette una spugna bagnata e cosparsa di bicarbonato il problema sparirà perché farà da cattura odori perfetto.

È importante però distinguere tra i vari tipi di spugnette che esistono sul mercato. Per tutti questi usi è sempre meglio scegliere spugne biodegradabili di cellulosa, realizzate con materiali ecologici.

riciclo spugne
Spugne sintetiche (Pixabay)

Tra le più diffuse e usate però ci sono quelle gialle e verdi che sono sintetiche e non dovrebbero essere usate oltre il loro primo utilizzo.