Blocco intestinale, perché succede e cosa bere per liberarsi subito!

La terapia per la stitichezza dipende molto da quelli che sono le cause (magari diagnosticate tramite visite apposite) ma anche dalla gravità dei disturbi (sintomi).

Stipsi o stitichezza consigli utili
Stipsi o stitichezza (Foto @dusbus.com)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La stitichezza (o stipsi, blocco intestinale) può essere definita come la difficoltà a espellere le feci con una frequenza inferiore a tre volte alla settimana. La stitichezza può essere presente per brevi periodi (quindi si parla di stitichezza occasionale) o per periodi più lunghi (stitichezza cronica).

Soprattutto con i cambi di stagione oppure durante il periodo di vacanza fuori casa diventa difficile essere regolari ed evitare questo problema. Moltissime persone ricorrono quindi a lassativi oppure medicinali omeopatici a base di erbe e decotti che però sistemano la situazione solo provvisoriamente.

Come ci spiega il sito issalute.it:

La stipsi può essere presente senza che si associ ad essa alcuna causa primaria o secondaria. In questo caso si parla di stitichezza con normale tempo di passaggio (transito) delle feci nel tratto di intestino detto colon. In altri casi la stipsi può essere generata da condizioni che interessano il colon o associarsi a malattie esterne al colon stesso“.

Come poter deviare questo annoso problema quindi? I medici ci vengono incontro con alcuni consigli molto utili a riguardo.

Stipsi, come eliminare il problema con pochi semplici consigli

La terapia per la stitichezza dipende molto da quelli che sono le cause (magari diagnosticate tramite visite apposite) ma anche dalla gravità dei disturbi (sintomi). Come primo trattamento però i medici curante consigliano alcune modifiche allo stile di vita e della propria alimentazione, vediamoli subito:

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Fastidi di stomaco
Fastidi di stomaco (Canva)
  • Bere almeno 2 litri di acqua al giorno sotto forma anche di decotti, tisane e tè;
  • Ridurre l’assunzione di caffè, tè ed alcol;
  • Aumentare il consumo giornaliero di fibre, come frutta fresca di stagione, verdura, olio extravergine di oliva e cereali integrali in grado di velocizzarne il passaggio attraverso l’intestino. L’aumento di fibre deve avvenire però lentamente per evitare la formazione di gas intestinale con conseguente gonfiore addominale e dolore improvviso;
  • Fare attività fisica (anche solo una passeggiata o una corsa quotidiana) per stimolare il transito ed il fluire delle feci verso il basso;
  • Seguire una routine dedicata al benessere intestinale (dedicare un momento tranquillo della giornata per stare in bagno).

Se si rispettano scrupolosamente questi consigli di solito si assiste, nella maggior parte dei casi, alla scomparsa della stitichezza. Evitare di assumere troppi lassativi perchè si rischia di incorrere ad un aumento dell’irritazione del colon con effetti oltremodo nefasti per la salute dell’intestino.

Stipsi o stitichezza consigli utili
Cosa fare contro la stipsi (Foto @nathura.com)

Per ogni domanda rivolgetevi sempre al vostro medico curante che saprà indirizzarvi verso quella che è la scelta migliore da adottare per la vostra salute intestinale, anche con visite specialistiche mirate al vostro singolo caso.