Le stoviglie hanno un cattivo odore dopo aver cucinato il pesce? Fai così

Durante il periodo estivo siamo soliti cucinare comodamente ai fornelli di casa varie pietanze a base di prodotti di mare. Il problema che sorge successivamente è il cattivo odore delle stoviglie dopo aver cucinato il pesce. Per risolvere il problema utilizza questo semplice trucco.

stoviglie odore pesce
Male odore delle stoviglie (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

Che sia una pasta alle vongole, una frittura di calamari o un’orata al cartoccio poco importa: d’estate si moltiplicano a vista d’occhio sulle nostre tavole diversi piatti a base di pesce.

Nonostante la loro preparazione non sia rapidissima e richieda diversi sforzi, in pochi si lasciano scappare i sapori del mare durante questo periodo di caldo torrido.

Un altro problema poi giunge a posteriori, quando bisogna lavare i piatti: le stoviglie di solito si impregnano di un cattivissimo odore di pesce. Andiamo a scoprire insieme un trucco rapidissimo per rimuovere tale problematica.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Le stoviglie hanno un cattivo odore dopo aver cucinato il pesce? Ecco il rimedio

Chi in casa possiede una lavastoviglie è già a metà dell’opera in quanto l’elettrodomestico in questione serve anche per rimuovere fastidiosi odori.

Chi invece dovrà dedicarsi al lavaggio a mano, vi forniamo alcuni consigli fondamentali per completare l’operazione alla perfezione.

Innanzitutto, nonostante sia credenza comune, lavare le stoviglie solamente con il sapone per i piatti non è la via migliore.

lavare piatti incrostati
Sapone per i piatti (Canva)

Ad esempio potrete unire qualche goccia di aceto di vino bianco al vostro detersivo per piatti per creare una combinazione vincente nella rimozione di sporco, grasso e cattivo odore.

In alternativa potrete anche optare per un po’ di succo di limone: l’agrume in questione infatti possiede notevoli proprietà antibatteriche e donerà un profumo fuori dall’ordinario per le vostre stoviglie.

Non rimandare la pulizia al domani

Un secondo errore molto comune che si commette è quello di rimandare al giorno dopo la pulizia dei piatti. In tal modo lo sporco si incrosterà e successivamente il lavoro sarà ancor più complicato.

Appena terminato il pasto il pasto infatti si dovrà togliere dal piatto tutto il rimanente e buttarlo nel secchio dell’immondizia.

In seguito poi le varie stoviglie andranno messe a mollo in acqua in modo che qualsiasi residuo presente non si incrosti sul piatto.

Acqua calda o acqua fredda per il lavaggio?

Molte persone credono che la temperatura dell’acqua per il lavaggio delle stoviglie sia un fattore del tutto non rilevante. Ma non è così!

Più l’acqua risulta calda, più lo sporco ed i cattivi odori scompariranno dalle stoviglie che si stanno pulendo.

consigli lavare piatti sporchi
Controllo della temperatura dell’acqua di rubinetto (Canva)

Al contrario, lavare le stoviglie con acqua fredda complicherà considerevolmente l’operazione ed il risultato potrebbe non essere quello sperato.