Stress da lavoro, restare incinta diventa più difficile

Stress da lavoro, restare incinta diventa più difficile

Lo stress del lavoro e degli impegni familiari potrebbe rendere molto più difficile per una donna rimanere incinta. Uno studio condotto su quasi 5.000 donne che cercavano un bambino ha riscontrato che coloro che hanno riferito di provare la maggiore pressione derivante dagli impegni quotidiani avevano il 25% in meno di probabilità di concepire.

Lo studio della Boston University aggiunge alle prove crescenti riguardo ai rischi che lo stress quotidiano e lo stile di vita pongono alla salute delle persone. L’autrice principale, Amelia Wesselink, epidemiologa, ha affermato che un maggior numero di operatori sanitari dovrebbe consigliare alle donne che cercano un bambino i reali benefici di ottenere un salutare equilibrio tra vita professionale e vita privata e aiutarli a trovare il modo di farlo. “Sebbene questo studio non provi definitivamente che lo stress causa infertilità, fornisce prove a sostegno dell’integrazione dell’assistenza sanitaria mentale nell’orientamento e nella cura dei preconcetti”, ha detto Wesselink, uno studente di dottorato.

Il risultato è stato basato su 4.769 donne di età compresa tra 21 e 45 anni e 1.272 uomini di età pari o superiore a 21 anni che hanno preso parte allo studio di gravidanza online. Ha seguito le coppie per 12 mesi, o fino al concepimento. Il fenomeno non è stato identificato negli uomini. Si tratta del primo studio a suggerire che la “discordanza da stress da partner” possa influire sulla probabilità del concepimento.

Wesselink e colleghi hanno inoltre sottolineato che se il nesso tra stress e concepimento è causale, una piccola parte potrebbe essere dovuta alla diminuzione della frequenza del sesso e all’aumento dell’irregolarità del ciclo mestruale. Le donne con un lavoro frenetico sono le più a rischio e spesso negano lo stress della loro vita. Le professioni infermieristiche, di insegnamento, ostetriche e assistenziali – che racchiudono un elevato numero di lavoratrici – erano le occupazioni che denunciavano la maggior parte dei casi di stress. Forti carichi di lavoro, mancanza di supporto, bullismo e cambiamenti in ufficio sono stati le cause più comuni.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post