Supermercati, attenzione a questo marchio di wurstel: “Contaminati!”

Tramite apposita circolare, il Ministero della Salute ha diramato un richiamo che interessa un prodotto molto amato in Italia sia da grandi che da piccini.

Wurstel Fiorucci Salmonella ritiro precauzionale
Wurstel (Foto di elenarui AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Nelle ultime ore il Ministero della Salute si sta dando da fare per la lotta contro contraffazione e alimenti illegali sul mercato che non rispettano le normative vigenti in materia di sicurezza haccp in termini igienico-sanitari.

Anche stavolta a darne notizia è il Ministero della salute attraverso la sezione del proprio portale web dedicata agli ‘Avvisi di sicurezza e ai Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori’.

Come si legge nel documento, il motivo del richiamo è la “possibile presenza di salmonella spp“. Si tratta di un richiamo a scopo precauzionale dell’intero lotto disposto dallo stesso produttore.

Marchio e lotto di wurstel nel mirino, consumatori in pericolo. Attenzione massima!

Il prodotto interessato dal richiamo sono i Würstel Pollì “Mpack” 3×100 grammi del marchio Fiorucci. Come spiega l’avviso di allerta alimentare datato 9 maggio ma pubblicato oggi 10 maggio, le confezioni oggetto del richiamo sono state prodotte dalla società Cesare Fiorucci Spa nel proprio stabilimento di Santa Palomba a Pomezia, nella città metropolitana di Roma.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Scaffali del supermercato
Scaffali del supermercato (Foto di topntp AdobeStock)

Cesare Fiorucci è anche nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato. Il lotto in questione è il numero 2260048000 con scadenza o termine minimo di conservazione al 27/06/2022.

La vendita würstel è stata bloccata dai supermercati e i consumatori che dovessero avere in casa una o più confezioni di questo specifico lotto sono invitate a restituirla al punto vendita in cui hanno acquistato il prodotto. Questo per il cambio merce immediato, anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge in vigore su tutto il territorio nazionale.

Salmonella, cos’è e quali effetti collaterali ha per la salute umana

Tutto quello che c’è da sapere sulla Salmonella è già stato trattato da CheCucino in modo accurato in un nostro precedente articolo dove davamo notizia sulla sua origine e contagiosità, nonché il pericolo per la salute umana.

Come però ha più volte ribadito il Ministero, anche nelle note affiancate e poi specificate nelle note di ritiro, la Salmonella è l’agente batterico più comunemente isolato in caso di infezioni trasmesse da alimenti ed è responsabile del 50% del totale delle infezioni gastrointestinali.

Come fa sapere proprio il Ministero:

La salmonella si manifesta in pochi giorni con sintomi quali diarrea, dolore addominale e occasionalmente vomito e leggera febbre, che di solito regrediscono da soli in alcuni giorni. Neonati, bambini, anziani e persone con un sistema immunitario indebolito possono sviluppare sintomi più gravi. In caso di sviluppo di uno di questi sintomi, consultare il medico indicando una possibile infezione da Salmonella.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

I principali serbatoi dell’infezione da Salmonella sono rappresentati dagli animali e i loro derivati (di cui ricordiamo carne, uova e latte consumati crudi o non pastorizzati) ma anche l’ambiente (acque non potabili).