Supermercato ecco dove fare la spesa gratis. Da non credere

Il supermercato dalla spesa gratis non solo esiste e fare acquisti è molto più semplice di quanto si possa pensare. Basta una foto.

Immaginate di poter fare la spesa in un supermercato, riempire i carrello di tutto quello che volete e che vi serve e poi arrivare alle casse e non dover pagare il conto. È quello che succede in uno store di Copenaghen che permette di fare la spesa gratis e in teoria potreste farla anche voi.

supermercato freemarket copenaghen
Famiglia che fa la spesa -CheCucino

Chi è che non ha mai sognato di entrare in un negozio, fare acquisti e poi non avere la necessità di dover pagare il conto. Tanto più se si parla della spesa alimentare, sempre più cara per le famiglie italiane vista l’inflazione e sempre presente essendo una spesa fissa e cioè che si deve per forza fare.

Ebbene a Copenaghen in Danimarca è nato un supermercato che permette di fare la spesa gratis. Si chiama Freemarket ed è una start up avviata da un gruppo di giovani che sono riusciti ad avviare quella che sembra essere una vera impresa, non solo commerciale.

PER NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM E TELEGRAM

Il trucco c’è ma non si vede

Niente sui dà mai per davvero in maniera gratuita, ma mentre in Italia si cercano i supermercati più convenienti in cui è meglio spendere, in Danimarca la moneta con Freemarket sembra essere cambiata.

freemarket come funziona
Corsie di un supermercato -CheCucino

La regole del Freemarket sono due: la prima ci si iscrive al sito e ci si abbona ad un canone di 2,50 euro al mese per la gestione dei locali in cui il supermercato si trova fisicamente; la seconda una volta acquistati i prodotti e arrivati a casa si “paga” scattando una foto e pubblicando sui social, Facebook Instagram o Twitter, un commento su ciò che si è acquistato.

Anche le aziende che vendono versano una quota per esporre i propri prodotti. Il Freemarket diventa allora un luogo dove non sono le aziende a convincere i compratori ma sono questi a scegliere e ad esprimere poi il proprio giudizio.

Tutto rose e fiori? Insomma, non proprio; la moneta in questo caso sono i dati personali che si cedono al sito e alle aziende partener. Per ora è possibile acquistare solo 10 prodotti al mese e tutti diversi, intanto però i clienti in un mese sono passati da 5 a 10 mila e l’idea ora è di esportare in Finlandia, Svezia e Inghilterra il progetto.