Surgelati al supermercato: come scegliere i prodotti giusti

Surgelati al supermercato: come scegliere i prodotti giusti

I prodotti surgelati hanno subito un’impennata nelle vendite, in quanto sono più pratici e più economici dei prodotti freschi, si cuociono più velocemente e sono sempre a portata di mano. Ma è importante saper scegliere i prodotti giusti fra centinaia a disposizione e fare attenzione ad alcuni dettagli.

Non comprate mai i prodotti surgelati senza leggere l’etichetta. Fate attenzione se sono stati aggiunti altri ingredienti, come grassi e zuccheri che aumentano notevolmente l’apporto calorico, per cui meglio optare per prodotti biologici. Inoltre prestate attenzione anche ai conservanti, in particolare i nitriti (E251, E251), come il nitrito di sodio, che sono nocivi per la salute.

Evitate i prodotti surgelati con alimenti aggiunti, ad esempio spinaci con formaggio p carne impanata. Infatti in questi casi i prodotti potrebbero essere non di prima scelta e l’apporto calorico sicuramente maggiore. Solitamente per la carne impanata viene usata una carne separata meccanicamente, ovvero ricavata dalle carcasse degli animali con procedure chimiche e fisiche.

Evitate le confezioni ricoperte di brina, che sta a significare che gli alimenti hanno subito variazioni di temperatura che potrebbero aver alterato la qualità del prodotto. Controllate sempre la data di scadenza, in modo da assicurarvi di poter conservare il prodotto surgelato per un certo lasso di tempo.

Prendetevi periodicamente cura del vostro freezer, pulendolo e sbrinandolo, così da garantire sempre una conservazione ottimale dei cibi surgelati. Non scongelate mai gli alimenti surgelati in frigo o a temperatura ambiente, ma cuoceteli immediatamente.

Soprattutto in estate cercate di riporli subito nel freezer di casa dopo l’acquisto, meglio se portate con voi una borsa frigorifero con qualche siberino. Gli alimenti surgelati devono restare a una temperatura costante di -18 °C. Se all’arrivo a casa notate che si è sciolto parzialmente mettere in frigo e consumate entro un paio di giorni.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post