Ti piace il Sushi? I 3 errori da non fare al…

Ti piace il Sushi? I 3 errori da non fare al ristorante giapponese

LA PREPARAZIONE
di Cesare Orecchio

Ti piace il sushi? Ecco i 3 errori da non commettere per mangiarlo nel modo corretto e poterlo gustare nel migliore dei modi

La cucina giapponese vanta tantissime ricette e tantissime pietanze molto golose e dal gusto sprint, il sushi riempie sicuramente una larga fetta delle sue prelibatezze. Sempre più ristoranti giapponesi propongono scelte accattivanti, non solo per il cibo ma anche per il prezzo e le formule “all you can eat“. Spesso però, si può notare quanto i clienti di questa tipologia di ristorante mangino le pietanze con la forchetta o con le mani, oppure che immergano alcuni tagli di sushi direttamente nelle salse. Quali sono gli errori da non commettere quando si mangia? Scopriamolo insieme

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> La dieta giapponese contro il cancro alla prostata

 

Sushi: il modo corretto per assaporarlo senza errori

sushi di pesce
Foto di Design n Print da Pixabay

 

Negli ultimi anni, il sushi ha sicuramente riempito i nostri fine settimana, direttamente gustandolo al ristorante o in take away. Ogni cucina che si rispetti ha delle regole da seguire, poche ma semplici e la cucina giapponese non è da meno. Se mangiato nel modo sbagliato, il singolo pezzo di sushi può cambiare non solo il sapore, ma anche l’idea che vi è dietro, il bilanciamento dei sapori, la giusta tecnica. Vediamo allora i 3 errori da non commettere quando andiamo in un ristorante giapponese per un ottimo sushi.

Non giocare con le bacchette: potrà sembrare strano, ma giocare con le bacchette è un gesto irrispettoso che potrebbe offendere i proprietari. Strofinarle, giocarci e toccarle di continuo potrebbe rovinarle e di conseguenza non permetterci di afferrare i singoli pezzi nel giusto modo. Pensiamo un po’ ai nostri ristoranti, andremmo a toccare ogni minuto la forchetta giocandoci e strofinandola con il coltello?

Intingere il riso nella salsa di soia: Le polpettine di riso bianco che vediamo spesso sotto al salmone, al tonno o al gambero crudo, sono preparate in modo che non si possano sgretolare ed in modo che mantengano la forma corretta. Quando vogliamo prendere questa tipologia, la parte da intingere non è il riso ma… il pesce. Il riso è preparato in modo da avere già il suo sapore, inoltre, immergendo il pezzo si sushi dalla parte del riso nella salsa, si sfalderebbe e ci cadrebbe davanti al naso. A quanti di noi è già successo?

Sciogliere il wasabi nella salsa di soia: uno degli errori più comuni che commettiamo quando mangiamo il sushi è proprio quello di sciogliere il wasabi all’interno della salsa di soia, ma è un errore che non dovremmo mai commettere! Il wasabi è una pasta piccante usata in piccolissime dosi per esaltare il gusto del pesce e molto spesso, rientra già negli ingredienti di molti piatti. Scioglierlo nella salsa, andrebbe a coprire non solo il sapore di quest’ultima, ma rovinerebbe l’intero sapore del singolo pezzo che stiamo mangiando. Se amiamo da morire il forte gusto del piccante, preleviamone una piccola quantità con la bacchetta ed adagiamola direttamente sul pesce, vedrete che il gusto sarà un’esplosione autentica.

La cultura giapponese inoltre, sta molto attenta agli sprechi. Non vi è offesa più grande di lasciare nel piatto i pezzi di sushi, sia per lo spreco, sia perché è sinonimo di mancato gradimento. Ricordiamoci di questi utili trucchetti la prossima volta che andremo in un bel ristorante giapponese!

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post