Tè freddo, quando lo prepari non commettere questo errore: molti sbagliano, salute in pericolo

Il Centro per la consulenza dei consumatori di Brera, in Germania, ha lanciato l’allarme: la maggior parte delle persone quando prepara il tè freddo commette un errore madornale. Ecco quale.

Te freddo
Te freddo (Foto di New Africa AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Per affrontare queste giornate super torride di metà agosto non c’è nulla di meglio che bere sotto l’ombrellone o nel porticato di casa una buona bibita ghiacciata, meglio ancora se si tratta di tè freddo.

Abbiamo già visto nell’articolo “Bere tè verde tre volte la settimana allunga la vita: ecco perché“, in cui spieghiamo come da recenti studi cinesi si sia dimostrato che la sua assunzione regolare riduce il rischio di infarto e ictus non solo nei soggetti anziani ma anche in quelli più giovani come cura preventiva.

Lo stesso non si può dire per il tè freddo che ha l’unica funzione di dare refrigerio quando il termometro supera abbondantemente i 30° esterni.

La cosa più saggia è sempre realizzare questa bevanda a casa in modo da scegliere la miscela migliore, quella con meno zuccheri e additivi aggiunti, il gusto e i sentori più spiccati.

Peccato che un recente report pubblicato dal Centro di consulenza ai consumatori di Brema, in Germani, abbia svelato il pericolo che si cela dietro una preparazione così semplice. Sembra infatti che la nostra salute sia a rischio, ecco perchè.

Tè freddo, l’errore che commettiamo tutto. Rischiamo grosso

Nella maggior parte dei casi quando si prepara un tè freddo o un infuso di te non si dà molta importanza alla temperatura dell’acqua. Il Centro tedesco però ha messo in guardia: usare acqua fredda con la miscela o le bustine di tè è un grosso errore!

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

batterio salmonella effetti rischi
Il batterio della salmonella visto al microscopio (Kateryna_Kon da Adobe Stock Photo)

Il motivo è molto semplice. Alcune miscele possono contenere germi, batteri, lieviti o muffe che si sono formati durante la raccolta e lo stoccaggio del tè che se ingeriti possono rappresentano un importante rischio per la salute, soprattutto per neonati, bambini o persone con patologie pregresse immuno-debilitanti.

Per scongiurare ogni rischio è sempre meglio usare acqua bollente che ucciderà eventuali germi presenti. Dopo, se si vuole consumare freddo, basta lasciarlo a temperatura ambiente e poi metterlo nel frigorifero.

Come fare il tè per infusione a freddo: tecniche e consigli degli esperti

Come preparare un tè ad infusione a freddo nel modo migliore? Potete scegliere se versare direttamente le foglie di tè nell’acqua e poi filtrare, oppure se preferite potete utilizzare dei comodi infusori con i fori sottili.

In ogni caso le tempistiche sono abbastanza lunghe, dalle 3 alle 5 ore a seconda della tipologia di tè scelto. Ad esempio il nostro oolong necessita di 4 ore.

Te oolong freddo
Te oolong freddo (Foto di makistock AdobeStock)

In una caraffa di vetro versare mezzo litro di acqua minerale bollente o almeno tiepida, aggiungere due cucchiai di tè e coprire con un coperchio. Conservare in frigo al fresco senza scuotere.