Temperatura del frigo, qual è quella giusta in autunno-inverno per risparmiare in bolletta?

Qualche grado in meno del frigo può fare davvero la differenza sul costo delle bollette che arrivano in inverno, ecco quale dovrebbe essere la temperatura ottimale per risparmiare e conservare meglio i cibi.

Temperatura interna al frigorifero risparmiare bolletta estate
Temperatura interna al frigorifero (Foto @blog.but.fr)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Per evitare gli sprechi e risparmiare sulla bolletta di luce e gas, ma anche per conservare al meglio il cibo occorre prestare molta attenzione alla temperatura del frigo in casa, soprattutto ora che le bollette sono schizzate alle stelle!.

A differenza di altri elettrodomestici, il frigorifero è quello che non viene mai staccato tutto l’anno, in inverno come in estate, per questo serve prestare attenzione anche ad un grado in più o uno in meno nel contro finale in bolletta.

Va innanzitutto fatta una distinzione tra un frigo total ‘NoFrost’ dove la temperatura è omogenea ovunque e un frigo tradizionale dove invece le parti sono distinte in base agli alimenti che andranno a contenere.

In generale, la parte più alta del frigorifero e la porta sono i punti più caldi, quindi sempre meglio conservarvi le bibite e l’acqua. I ripiani intermedi sono invece adatti alla conservazione di cibi cotti e di affettati.

Nella parte bassa invece (appena sopra i cassetti per la frutta e la verdura) c’è il picco di freddo maggiore quindi indicato per conservare carne e pesce.

Temperatura del frigo di casa: qual è quella giusta?

Regolare al meglio la temperatura del frigo è il primo passo per ottenere un risparmio in bolletta. Occorre però fare attenzione alla sua etichetta energetica quando si acquista l’elettrodomestico e capire la classe energetica di partenza.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Le porzioni e le frequenze degli alimenti: come bilanciare la dieta giornaliera e settimanale
Frigo pieno (Foto di mohamed Hassan da Pixabay)

Ovviamente un frigorifero con etichetta A o A+(+) avrà un costo maggiore ma ti permetterà di abbattere i costi in bolletta sul lungo periodo.

Un altro accorgimento è poi quello di fare attenzione al luogo in cui si posiziona il frigorifero. La prima indicazione è quella di evitare di sistemarlo vicino a zone in cui sono presenti fonti di calore (come il forno o la caldaia) e fare un modo che ci sia un’areazione sufficiente per il compressore. Infine va controllata sempre la guarnizione isolante in gomma che funge da isolante.

Inoltre vanno inseriti solo alimenti già freddi, ancora caldi farebbero aumentare a dismisura la temperatura interna e il frigo dovrebbe lavorare di più per riabassarla per garantire il ripristino delle sue funzionalità.

Quindi la temperatura corretta da mantenere per risparmiare in einvenro? I tecnici spiegano che i valori ottimali della temperatura del frigo di casa vanno da un minimo di 4°C a un massimo di 6°C.

Mentre per il congelatore collegato con il frigo la temperatura ideale può essere compresa tra un minimo di -21°C e un massimo di -18°C.

frigorifero errore batteri
Frigorifero di casa (Max Vakhtbovych da Pexels)

Queste quindi le temperature ideali per conservare il cibo quando fuori fa molto freddo e non dover spendere troppo in bolletta a fine mese.

Per contro c’è da considerare anche che una temperatura troppo bassa rischierebbe di dover fare i conti con la formazione di ghiaccio mentre una temperatura troppo alta potrebbe causare il deterioramento del cibo presente al suo interno.