Tonno fresco: il modo migliore per riconoscerlo. Il migliore è così

Il tonno fresco è sempre più utilizzato nella cucina di tutti i giorni, per questo è importante saper riconoscerlo. Ecco come fare.

tonno fresco come riconoscerlo
Trancio di tonno fresco (foto da pexels di cottonbro-studio)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Si parla sempre molto di tonno in scatola e di quale siano le marche migliori da acquistare per avere la certezza di portare in tavola un prodotto buono, sano e sicuro. Ma quando si parla di tonno fresco, invece, è più complicato capire se si tratta di pesce fresco oppure decongelato.

È importante però anche essere preparati da questo punto di vista, e saper riconoscere se quello che abbiamo di fronte è il rosso di un tonno appena pescato o quello di un pesce invece decongelato. Una volta capita la differenza non resta poi che fare caso alcuni piccoli altri accorgimenti per essere sicuri di acquistare un prodotto genuino e soprattutto che sia quello che stavamo cercando.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Tonno fresco, ecco come riconoscerlo

Per capire se quello che stiamo acquistando è un trancio di tonno fresco ci sono fondamentalmente dei piccoli dettagli a cui prestare attenzione, dettagli però che fanno la differenza. Ecco come riconoscerli.

tonno scottato
Tonno scottato (foto da pexels di cottonbro-studio)

Il primo punto quello più importante riguarda il colore del tonno; il tonno fresco, infatti, dovrebbe essere di un rosso brillante e tendente al bordeaux del sangue. Il pesce congelato ha invece un rosso più opaco e spento.

Altro punto da tenere in conto è quello detta duttilità del prodotto. Il tonno fresco deve essere solido e rigido al tatto, mentre quello decongelato risulta essere più morbido.

Infine, il profumo ovviamente se il trancio di tonno profuma di mare allora sicuramente siete di fronte ad un prodotto fresco.

Altri fattori da considerare sono il prezzo e l’etichetta: quest’ultima deve contenere la carta d’identità dei prodotti ittici e quindi segnalare il marchio, il nome commerciale, numero di lotto, l’area FAO di cattura e gli strumenti utilizzati ed infine la data di acquisizione, confezionamento e scadenza.

sushi di tonno
Sushi di tonno fresco (foto da pexels di valeria-boltneva)

Per quanto riguarda il costo, invece, c’è da considerare che un tonno rosso fresco ha sempre un prezzo che parte dai 20€ al kg con un aumento all’aumentare della qualità.