Tonno in scatola: i tanti benefici per la salute

Tonno in scatola: i tanti benefici per la salute

di Ivana Tramontano

Tonno in scatola: cose da sapere

Il tonno in scatola è un alimento presente in quasi ogni casa e consente un pasto gustoso, a bassissimo costo e veloce. Un ingrediente con cui si possono preparare tantissimi piatti sfiziosi e che può essere conservato in dispensa a tempo indeterminato. La sterilizzazione termica a cui è sottoposta la scatoletta metallica mantiene inalterate le proprietà nutritive ed organolettiche del prodotto, che, è bene sottolineare, è assolutamente privo di conservanti. Ma forse non tutti sano che una scatoletta di tonno ha numerosi benefici per la salute.

Il tonno in scatola è una buona fonte di acidi grassi omega 3, sostanze che aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari e a tenere sotto controllo la pressione arteriosa e i trigliceridi, oltre ad offrire risvolti positivi sulla memoria e sull’umore. Il tonno contiene inoltre elevate quantità di fosforo, indispensabili per il corretto sviluppo di ossa e denti, e di potassio, che aiuta a prevenire l’ipertensione.

E’ anche un’ottima fonte di antiossidanti, ricco di selenio, formidabile nel contrastare l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento precoce dell’organismo. Il tonno in scatola è particolarmente indicato per gli sportivi, grazie alla presenza di proteine nobili. Rispetto ad altri alimenti proteici, come latticini e carni bianche, il tonno è ricchissimo di lisina, un amminoacido che riveste un ruolo importante per la produzione di carnitina, cioè energia, durante l’attività sportiva.

Il tonno in scatola contiene inoltre tanta vitamina D, utile per la salute delle ossa e prevenire l’osteoporosi, per aiutare il corretto funzionamento del sistema immunitario e di quello cardiocircolatorio. Una assunzione adeguata di vitamina D è pari a 15 microgrammi giornalieri per bambini, adolescenti ed adulti ed aumenta a 20 milligrammi nella quarta età, ovvero oltre i 75 anni. Il tonno in scatola contiene 16 microgrammi di vitamina D per 100 grammi di prodotto, un vero campione secondo solo alle aringhe.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post