La truffa del Parmigiano: leggere attentamente l’etichetta e trovi la “sorpresa”

Scatta il richiamo per un prodotto che fatto passare per Parmigiano ma in realtà non lo è.  Può essere un  rischio per le persone allergiche alle uova.

Parmigiano richiamato
Parmigiano Trentin richiamato (CheCucino)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Attenzione massima a questi integratori: effetti collaterali importanti
  2. Classifica definitiva: questa è la migliore marca di caffè in assoluto
  3. Olio evo, questo è il migliore in assoluto: lo dicono gli esperti mondiali

Sembra si sia trattato di un errore nel confezionamento, per cui alcune etichette che avrebbero dovuto essere poste nel Grana Padano sono in realtà state inserite nel Parmigiano Reggiano Dop 24 mesi dell’azienda Trentin.

A segnalare il richiamo da parte del produttore sono stati i supermercati Esselunga in cui era in vendita.

L’azienda Trentin Spa, nello stabilimento di via Vittorio Foa 1 a Pegognaga, in provincia di Mantova (marchio di identificazione IT M2016 CE), ha richiamato a scopo precauzionale il prodotto in quanto il prodotto in questione, etichettato come Grana Padana potrebbe contenere lisozima, un conservante derivante dall’uovo rientrante nella categoria degli allergeni.

Chi è allergico alle uova potrebbe così trovarsi di fronte ad un problema assumendo per sbaglio la sostanza.

I dettagli del Parmigiano interessato dal richiamo

Il prodotto in questione è venduto in porzioni sottovuoto da 800-900 grammi circa, e riporta il numero di lotto P1843 e il termine minimo di conservazione (Tmc) 01/04/2023.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Parmigiano richiamato
Parmigiano Reggiano Dop ( Foto di Javier Somoza da AdobeStock)

In realtà il produttore ha tenuto a precisare che “il Parmigiano Reggiano è facilmente distinguibile dal Grana Padano per i marchi del consorzio nello scalzo e per il film utilizzato per confezionare i prodotti, in quanto quello per il Parmigiano Reggiano ha i due loghi del consorzio, il film del Grana Padano è completamente neutro senza loghi.”

Parmigiano e Grana Padano sono due formaggi molto simili e spesso può essere facile confonderli. Ma in realtà hanno delle precise differenze che li caratterizzano.

Sono entrambi formaggi stagionati prodotti con latte bovino italiano, lavorato a crudo (non pastorizzato) con caglio animale.

Appaiono simili anche per quanto riguarla la forma, la dimensione e per altre macro-caratteristiche organolettiche e anche i passaggi tecnici della lavorazione del latte per entrambi i formaggi corrispondono.

Parmigiano richiamato
Parmigiano Reggiano Dop (Canva)

Tra le differenze c’è che il Parmigiano è composto da una parte di latte intero e da una parte di latte decremato, il Grana Padano invece contiene solo latte decremato, risultando quindi leggermente meno grasso. Per questo arriva prima a stagionatura, e ne risulta che anche l’impatto sul sapore è differente.