Tutti i fastidi della cistite: la dieta per combatterla e prevenirla

Tutti i fastidi della cistite: la dieta per combatterla e prevenirla
LA PREPARAZIONE

Tutti quelli che soffrono di cistite possono affermare con certezza che si tratta di uno dei disturbi più fastidiosi al mondo. Si, perché si tratta di una infiammazione della vescica che può portare a diversi sintomi veramente irritante. In primis, tra i fastidi veramente insopportabili, c’è sicuramente il continuo bisogno di andare in bagno. Già, perché chi soffre di cistite sente continuamente la necessita di urinare con annesso bruciore durante la minzione.

Come prevenire e curare la cistite

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella cura e la prevenzione della cistite. Certo, ci sono antibiotici e rimedi naturali, ma la dieta è veramente molto importante in questo caso. Nella vita di ognuno ci sono periodi di forte stress, a volte causati anche dai cambi di stagione, in cui le difese immunitarie si abbassano. E’ proprio in quei periodi che chi è a rischio cistite deve fare molta attenzione all’alimentazione. In particolare vanno evitati i grassi saturi o i fritti, il caffè, le bevande gassate o alcoliche, il peperoncino, il cioccolato, le spezie, l’aceto, i formaggi stagionati e gli insaccati. E, purtroppo, dalla dieta vanno eliminati anche i dolci. Sembrerà strano, ma anche gli agrumi devono essere consumati con attenzione: infatti, possono aumentare l’acidità delle urine e quindi determinare una cistite chimica. Chi soffre di cistite, deve provvedere a svuotare la vescica e pertanto, è bene bere molta acqua. Almeno due litri al giorno. Consigliabile il consumo di tisane, in particolare quelle alla malva che è disinfiammante oppure alla pilosella che è molto diuretica. Frutta fresca e verdure in quantità industriali (meglio crude che cotte). Dateci dentro con cetrioli, lattuga, bieta, ravanelli, sedano e carote e non vi dimenticate di aglio e cipolla che svolgono un’ottima funzione antibatterica.

La cistite è un fastidio veramente importante che può condizionare la vita delle persone che ne soffrono. Qualche accorgimento e qualche rinuncia a tavola possono rendere più lievi le sofferenze. Ne vale la pena!

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post