Un antiossidante naturale può sostituire gli additivi per conservare gli alimenti

Un antiossidante naturale può sostituire gli additivi per conservare gli alimenti

Un antiossidante naturale che si trova nei cereali potrebbe preservare il cibo più a lungo senza l’uso di additivi sintetici comunemente impiegati nei prodotti dell’industria alimentare. Piante come grano, segale e orzo producono catene chimiche chiamate alchilresorcinoli (AR) che impediscono naturalmente ai batteri di crescere sui chicchi di grano.

Gli antiossidanti contrastano il deterioramento dei prodotti alimentari conservati, preservandone i benefici per la salute e rallentando il processo di deterioramento degli alimenti. Alcuni esperti temono anche che gli antiossidanti artificiali utilizzati nel cibo possano essere dannosi per la salute. I ricercatori della Penn State hanno studiato i composti AR e hanno testato se potevano conservare il cibo allo stesso modo. “Attualmente c’è una grande spinta all’interno dell’industria alimentare per sostituire gli ingredienti sintetici con alternative naturali, e questo è guidato dai consumatori”, ha affermato Andrew Elder, dottorando in scienze alimentari, al ‘Daily Mail. “I consumatori vogliono etichette pulite, vogliono rimuovere gli ingredienti sintetici perché non li riconoscono e alcuni di essi hanno una tossicità presunta”.

Oltre a utilizzare più ingredienti naturali, l’industria alimentare sta integrando più alimenti con oli sani ricchi di acidi grassi omega-3, mentre la spinta per le aziende a sostituire gli ingredienti sintetici con alternative naturali diventa più forte. Il team ha estratto gli AR dalla crusca di segale, quindi ha studiato quanto fossero in grado di conservare gli oli ricchi di omega-3 nelle emulsioni, contro le emulsioni senza AR presenti. Hanno scoperto che gli AR agivano come antiossidanti in un’emulsione, impedendo agli oli omega-3 di deteriorarsi così rapidamente come hanno fatto nelle emulsioni senza aggiunta di antiossidanti.

Quindi, hanno confrontato gli AR con due antiossidanti ampiamente utilizzati dall’industria alimentare: alfa-tocoferolo o vitamina E, un antiossidante naturale; e idrossitoluene butilato, un antiossidante sintetico. Le AR naturali non erano efficaci come gli antiossidanti naturali o sintetici. Il team dice che spera di lavorare su diversi tipi di RA per identificare quelli che sono i più efficaci nel preservare il cibo. “Stiamo cercando di identificare gli antiossidanti naturali che siano di facile utilizzo, sicuri ed efficaci”, ha affermato il professor Elder. “Ci auguriamo che un giorno questo lavoro porterà alla disponibilità di RA sul mercato e fornirà più opzioni per l’industria alimentare”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post