Un nuovo modo per ottenere denti bianchi

Un nuovo modo per ottenere denti bianchi

I denti potrebbero essere sbiancati senza essere danneggiati secondo uno studio pubblicato dalla American Chemical Society. La ricerca potrebbe aver rivelato una nuova sostanza chimica da utilizzare per lo sbiancamento dei denti che potrebbe evitare gli effetti dannosi dello smalto del perossido di idrogeno.

Il perossido di idrogeno – che è anche usato per sbiancare i capelli – è un comune trattamento sbiancante dei denti ma può renderli più sensibili e logorarli. Questa nuova ricerca, come riporta il ‘Daily Mail’, suggerisce di utilizzare una forma modificata del biossido di titanio chimico che potrebbe essere un efficace e sicuro sbiancante per i denti.

Il biossido di titanio è utilizzato in tutto il mondo per sbiancare plastica, carta, vernice, pillole e dentifrici. Inoltre è utilizzato nel trucco per schiarire i toni della pelle. Un dentista anziano ha definito la ricerca “potenzialmente eccitante” e afferma che potrebbe evitare alcuni effetti collaterali del perossido di idrogeno. In un esperimento per verificare se il biossido di titanio potesse funzionare in teoria, gli scienziati hanno combinato la sostanza chimica con una colla naturale chiamata polidopamina. Dicono che le sostanze chimiche combinate potrebbero essere applicate ai denti e quindi attivate sotto luce blu allo stesso modo in cui è attualmente il perossido di idrogeno.

E la loro ricerca ha rilevato, nell’arco di quattro ore, che la sostanza chimica ha la stessa capacità sbiancante del perossido di idrogeno e non ha affatto danneggiato i denti. “Questa è una ricerca interessante su una nuova tecnica utilizzata per sbiancare nanoparticelle di biossido di titanio modificato con polidopamina”, ha affermato il dott. Richard Marques, dentista presso la Wimpole Street Dental di Londra. Questo potrebbe fermare gli effetti collaterali del perossido di idrogeno. “È potenzialmente eccitante e potrebbe bloccare alcuni degli effetti collaterali del perossido di idrogeno. Tuttavia, il perossido di idrogeno è ancora l’agente sbiancante di scelta. Sarebbe necessario condurre ulteriori ricerche prima di poterlo utilizzare nella pratica. Dovrebbe anche essere regolato dalle autorità per poter essere usato in clinica. ”

I denti si scoloriscono nel tempo a causa delle macchie di cibi e bevande, in particolare quelli con colori forti come vino rosso, caffè e tè. I colori di cibi e bevande – che raramente sono bianchi come le persone vorrebbero che i loro denti fossero – sono assorbiti dalle molecole del pigmento nei denti. I denti più comuni che imbiancano la sostanza chimica, il perossido di idrogeno, agiscono tirando indietro il colore indesiderato, un processo reso più veloce dalle luci blu al fine di ridurre il danno causato dall’esaurimento della sostanza chimica per un lungo periodo. Nel loro studio i ricercatori hanno applicato il nuovo gel sui denti per quattro ore e hanno scoperto che l’effetto sbiancante era simile a quello del perossido di idrogeno e che non è stato fatto alcun danno allo smalto dei denti.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post