Una dieta vegana aiuta a combattere il cancro?

Una dieta vegana aiuta a combattere il cancro?

di Ivana Tramontano

Diventare vegani potrebbe eliminare le proteine ​​che alimentano il tumore, suggerisce un nuovo studio, ma gli esperti avvertono che contro il cancro non basta semplicemente cambiare dieta.

Gli esperimenti sui topi hanno scoperto che l’amminoacido metionina, presente nel pollame, nella carne rossa e nel pesce, ha eliminato la crescita dei tumori. Inoltre, ha anche reso più efficaci la chemioterapia e la radioterapia. E quando gli esseri umani sani hanno smesso di consumare alcuni cibi, gli scienziati hanno visto segni di cambiamenti del metabolismo che potrebbero aiutare a prevenire i tumori.

Ma gli esperti avvertono che gli studi sulle diete per prevenire il cancro dovrebbero essere presi con le pinze. Ancora una volta questo è uno studio sui topi che non ha quasi implicazioni per il trattamento del cancro nell’uomo”, ha affermato il dott. Paul Pharoah, professore di Epidemiologia del cancro presso l’Università di Cambridge. I tumori non hanno singole cause o trattamenti, quindi è estremamente improbabile che un singolo cambiamento nello stile di vita possa fermare del tutto la crescita tumorale.

Ma gli studi di laboratorio aiutano gli scienziati a capire come le variazioni nella nutrizione, nelle abitudini, nel genere, nella genetica e molto altro possano influenzare lo sviluppo del cancro e quanto sia aggressiva la malattia e quali cambiamenti potrebbero essere utili nel rallentarlo. Alcuni studi avevano precedentemente dimostrato che quando è presente la proteina metionina, le cellule sane possono ancora prosperare, ma le cellule tumorali muoiono di fame.

I ricercatori hanno deciso di fare un test preliminare sugli esseri umani, mettendo un piccolo gruppo a dieta ristretta per limitare l’assunzione di metionina, il che ha avuto un effetto simile sul metabolismo rispetto a quello osservato nei topi. Questi risultati forniscono la prova che una manipolazione dietetica mirata può influenzare specificamente il metabolismo delle cellule tumorali per mediare ampi aspetti dell’esito del cancro.

La metionina è un aminoacido essenziale che l’organismo non è in grado di produrre e svolge un ruolo critico nel metabolismo. Ma non è chiaro se specifici interventi dietetici possano influenzarli. Sebbene il cancro abbia una componente metabolica sostanziale, i principi che definiscono se la nutrizione possa essere usata per influenzare gli esiti del cancro non sono chiari. Non è noto se specifici interventi dietetici possano influenzare le vie metaboliche mirate nelle terapie standard per il cancro. Gli alimenti a basso contenuto di metionina includono frutta, noci, verdure, cereali e fagioli.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post