Una nuova ricerca spiega perché i cibi trasformati causano obesità

Una nuova ricerca spiega perché i cibi trasformati causano obesità

Gli scienziati hanno finalmente dimostrato che il cibo spazzatura causa l’aumento di peso e porta facilmente all’obesità.

Sappiamo da decenni che le persone le cui diete comprendono soda, caramelle, pizza e patatine hanno maggiori probabilità di eccedere e diventare sovrappeso. Un nuovo studio afferma di aver dimostrato che questi alimenti inducono i consumatori a mangiare troppo e ad aumentare di peso, mentre cibi sani fanno perdere peso. Gli alimenti ultra-elaborati sono stati a lungo un obiettivo primario della battaglia contro l’epidemia di obesità. Ma non hanno mai provato la causa di un aumento di peso in sé e per sé.

Per stabilire questa scoperta innovativa, l’Istituto nazionale per il diabete e le malattie del rene e del digerente (NIDDK) hanno messo 10 uomini adulti sani e 10 volontari donne adulte in salute a dieta strettamente controllata per un mese.

Durante la dieta elaborata, i volontari erano più propensi a mangiare più pasti e a consumarli più velocemente. Il risultato è stato che hanno consumato 508 calorie in più e guadagnato in media circa un chilo in due settimane. Al contrario, le persone che seguivano una dieta non trasformata perdevano lo stesso peso.

Non è una sorpresa, anche se è il primo studio a testare fisicamente le diete fino ai limiti estremi. Espande ulteriormente le prove mostrando in una sperimentazione clinica che anche se si dispone di una proporzione simile di nutrienti, se si mangia solo alimenti altamente trasformati, si ha più apporto energetico perché si mangia più velocemente.

La velocità era un importante fattore esplicativo delle differenze nell’aumento di peso. Hai bisogno di tempo per masticare il cibo non trasformato, come verdure tritate o noci. Invece il cibo trasformato non richiede masticazione, devi solo ingoiare il cibo, velocemente, mangiando troppo e immagazzinando più calorie.

Se stai mangiando molto velocemente, forse non stai dando al tuo tratto gastrointestinale abbastanza tempo per segnalare al tuo cervello che sei pieno.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post