Utensili in plastica: salute a rischio se a contatto con cibi…

Utensili in plastica: salute a rischio se a contatto con cibi bollenti

di Ivana Tramontano

Gli utensili di plastica dovrebbero essere tenuti lontani dai pasti caldi secondo gli esperti di salute. Il rischio è di ingerire sostanze chimiche tossiche.

Gli scienziati affermano che molti cucchiai da cucina, fruste e spatole contengono sostanze nocive chiamate oligomeri che penetrano nel cibo a temperature superiori a 70 ° C. In caso di ingestione ad alte dosi, queste sostanze chimiche artificiali possono scatenare malattie del fegato e della tiroide. Sono stati anche collegati a infertilità, cancro e colesterolo alto. Il severo avvertimento è stato emesso in un nuovo rapporto dell’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (Bfr).

Le materie plastiche utilizzate nell’industria alimentare ospitano una serie di tossine nocive che penetrano nei nostri pasti. Molti utensili in plastica sono realizzati con prodotti chimici sintetici per renderli abbastanza resistenti da resistere alle temperature di ebollizione. Studi sugli animali hanno dimostrato che queste sostanze chimiche aumentano i tumori del fegato, del pancreas e dei testicoli dei topi, oltre a ridurne la fertilità.

Il Bfr ha avvertito le persone di tenere il cibo caldo fuori dal contatto con i loro utensili di plastica in quanto possono emettere oligomeri. Questi prodotti chimici cercano di migrare quando la plastica viene riscaldata e possono aggrapparsi al cibo se gli utensili sono a diretto contatto con cibo bollente. Mancano dati sugli effetti tossici degli oligomeri nell’uomo. Ma gli scienziati di Bfr hanno stimato il rischio in base alla pericolosità delle sostanze chimiche con strutture simili.

Ma quando gli scienziati hanno messo in pratica la loro teoria hanno scoperto che molti utensili domestici emanavano oligomeri in quantità molto più elevate di quanto previsto. Hanno esaminato 33 articoli e hanno scoperto che 10 di essi (30%) potevano facilmente superare il limite giornaliero di 90 microgrammi. Sulla base di questo, la nuova ricerca ha consigliato alle persone di evitare di usare gli utensili il più possibile su cibi caldi, in particolare i pasti a 70° C e oltre.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post