Vellutata di cavolfiore con paprika affumicata ed erba cipollina, ricetta facile e vitaminica

In questi giorni di grande caldo mangiare degli alimenti ricchi di vitamina C come il cavolfiore è la soluzione migliore per prendersi cura di sé e del proprio benessere psicofisico. 

Vellutata di cavolfiore con paprika affumicata ricetta
Vellutata di cavolfiore (Foto di foodandcook AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Chi l’ha detto che in estate non si possono mangiare zuppe? Anche a luglio il modo migliore per fare un pieno di vitamine e minerali è mangiare frutta e verdura di stagione.

Tra quelle più indicate da medici e naturopati (leggi il nostro articolo sulle info date da Deborah Claro) ci sono i cavolfiori ricchi di minerali e vitamine, in particolare vitamina C, sono però anche ottimi antiossidanti e antinfiammatori naturali.

Vediamo dunque come realizzare una vellutata di cavolfiore super cremosa e ricca di gusto che si prepara in pochissimi minuti senza troppi sforzi. Potete procurarvi il cavolfiore acquistando quello congelato direttamente al banco freezer del supermercato.

Ingredienti e preparazione della vellutata di cavolfiore

Noi abbiamo arricchito al vellutata con crostoni di pane abbrustolito, paprika affumicata e erba cipollina, sarà in egual modo ottima con l’aggiunta di aglio in abbondante quantità e speck tagliato finemente al coltello.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Vellutata di cavolfiore con paprika affumicata ricetta
Spremere l’aglio (Foto di Suteren Studio AdobeStock)

INGREDIENTI

  • 1 cavolfiore bianco
  • 200 ml brodo vegetale
  • 4 spicchi di aglio (a piacere)
  • 4 cucchiai di Parmigiano vegano 
  • Erba cipollina fresca qb.
  • Paprika affumicata qb.
  • Olio evo qb.
  • Sale e pepe qb.

PREPARAZIONE (circa 45 min)

Pulire accuratamente il cavolfiore e tagliarlo a cimette molto piccole che andranno cotte in una pentola a bagnomaria assieme agli spicchi di aglio per circa 20 minuti.

In alternativa si può mettere anche tutto in forno statico a 200° C per 30 minuti, con l’aglio, olio, paprika, sale e pepe. Questa variante conferirà al piatto maggiore sapidità e un aroma intenso legato per l’appunto al metodo di cottura ad alta temperatura.

Una volta cotto il cavolfiore va ridotto a crema attraverso un mixer a immersione. All’interno del bicchiere del mixer (solo se avete cotto a bagnomaria) aggiungere l’aglio spremuto con le mani (mentre buttate la buccia) e gli aromi.

Zuppetta di lupini
Crostini di pane (Foto da Pinterest di fattoincasadabenedetta.it)

Impiattare con un filo di olio, l’erba cipollina tagliata finemente al coltello e dei crostini di pane se preferite. Assaporare ancora bella calda. Se vi avanza potete anche congelarlo all’interno di bottiglie di plastica ben sigillate.