Vin Brûlè, la vera ricetta veneta da replicare a casa: facile e super amabile

In Veneto il vin brûlè è considerato una bevanda che aiuta a combattere il freddo invernale e a riscaldare un po’ l’anima. 

Vin brûlé ricetta veneta facile veloce
Vin brulè (Foto di Giftpundits.com da Pexels)

Con i primi freddi, e fin dopo la festività della Befana, in tutto il Centro-Nord Italia si inizia a consumare il vin brûlé, bevanda di derivazione austro ungarica e ampliamente poi riadattata alla moda italiana.

Lo si gusta alle fiere paesane o ai mercatini di Natale, in mezzo a spetzel e canederli fumanti, torta di mele e dolci alle noci e cioccolato. Vediamo però come poterlo replicare a casa nostra in poche semplici mosse.

Ingredienti e preparazione del vin brûlé

La ricetta tradizionale vuole che si usi come vino del Cabernet o del Moscato, ma a seconda delle regioni in cui si abita si possono usare anche il Pinot Nero, il Sangiovese ed il Grasparossa in Emilia, oppure il Barolo in Piemonte, il Teroldego in Trentino.

Vin brûlé ricetta veneta facile veloce
Aggiungere il vino nella pentola (Foto di Jens Mahnke da Pexels)

INGREDIENTI per 4 bicchieri

  • 1/2 litro di vino rosso corposo (meglio Moscato o Teroldego)
  • 100 g di zucchero
  • 4 chiodi di garofano
  • 1 stecca di cannella
  • 1/2 limone
  • 1/2 arancia
  • 1 mela Renetta
  • 2 anice stellato

PREPARAZIONE (circa 45 min)

Iniziare sbucciando l’arancia ed il limone evitando di prendere anche la parte bianca più amarognola.

Aggiungere in un pentolino capiente il vino, lo zucchero, la cannella, i chiodi di garofano e l’anice stellato, la mela a fette sottili (con la buccia) e la buccia dell’arancia e del limone, mescolare bene.

Accendere il fuoco a fiamma bassa e cuocere, sempre continuando a mescolare con un cucchiaio di legno, per circa Ponete il tegame su fuoco medio e fate bollire per 5 minuti, mescolando con un cucchiaio di legno fino al completo scioglimento dello zucchero.

Adesso bisogna far evaporare l’alcol fiammeggiando la superficie: con l’aiuto di un cannello avvicinarsi al vino che prenderà fuoco per via dell’alcool contenuto al suo interno.  Serve farlo fiammeggiare fino al completo spegnimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Hugo Spritz, ricetta e curiosità sull’aperitivo estivo amato dalle donne

Vin brûlé ricetta veneta facile veloce
Festa natalizia (Foto di Anastasia Shuraeva da Pexels)

Quando il fuoco si sarà spento versare nei bicchieri per la sua degustazione. Molte zone d’Italia lo filtrano tramite un colino ma in Veneto lo si travasa direttamente con i pezzi di frutta per poterli, semmai, mangiare alla fine.