Vin brulè




5 minuti min
4 persone porzioni
Difficoltà
Facile
Cottura
10 minuti min

Ingredienti
 
1 l di vino rosso
 
Un limone
 
Un anice stellato
 
2 stecche di cannella
 
1/2 noce moscata grattugiata
 
200 gr di zucchero
 
Un' arancia
 
8 chiodi di garofano
Procedimento

PRESENTAZIONE

Il vin brulè è una bevanda alcolica (solitamente tra gli 11 e i 14 gradi) da bere calda, a base di vino e spezie aromatiche, molto conosciuta sin dall’antichità soprattutto nei paesi di montagna. E’ un ottimo alleato contro i malanni invernali, tosse e raffreddore in primis, offrendo un sollievo immediato eliminando la sensazione di naso tappato.

Inoltre se usate anche i chiodi di garofano beneficerete del loro potere antibatterico, mentre limone e arancio vi elargiranno una buona dose di vitamina C ed omega 3, che possono anche prevenire gli stati influenzali.

Una bevanda dal sapore raffinato e quasi orientale che saprà farvi compagnia durante le fredde giornate invernali e darà un tocco magico all’aria natalizia…

ThinkstockPhotos-177543215

INGREDIENTI

  • 1 l di vino rosso
  • Un limone
  • Un anice stellato
  • 2 stecche di cannella
  • 1/2 noce moscata grattugiata
  • 200 gr di zucchero
  • Un’ arancia
  • 8 chiodi di garofano

PROCEDIMENTO

Iniziate con il tagliare la scorza del limone e dell’arancia in maniera sottilissima, evitando di prendere anche la parte bianca, altrimenti avrete un sapore amarognolo.

In un tegame dai bordi non troppo alti (non deve assolutamente essere antiaderente) mettete lo zucchero, aggiungete la scorza appena tagliata del limone e dell’arancia, le spezie e infine il vino rosso. Mettete il tegame sul fuoco e fate bollire a fuoco basso per 5 minuti, mescolando di continuo fino a far sciogliere lo zucchero.

A questo punto arriva l’operazione più delicata, ma niente paura: allontanate il tegame dai fornelli, avvicinate una fiamma alla superficie del vino e lasciate fiammeggiare fino a quando non sarà spento del tutto. Dopo di che filtrate il vin brulè con un colino a maglie strette e servitelo ben caldo, possibilmente in coppe di ceramica o vetro temprato.

Il vin brulè può essere conservato in frigo per un massimo di due giorni, ma prima di servirlo andrà riscaldato in un pentolino. Buon vin brulè a tutti e arrivederci alla prossima ricetta su Checucino.it

 

Altre Ricette Buonissime

Commenta