World Pasta Day 2021; il 25 ottobre si celebra simbolo della dieta mediterranea

World Pasta Day 2021: in 10 anni sono raddoppiati i consumi, l’Italia è prima sia per piatti in tavola che per produzione. Non mancano le iniziative solidali.

world pasta day 2021
Pasta (foto Pixabay)

La giornata mondiale che celebra il piatto simbolo della cucina italiana è arrivata alla sua 23esima edizione.

Il World Pasta Day è segnato sul calendario per il 25 ottobre e mai come quest’anno i dati sono esorbitanti. A condividerli è l’Unione Italiana Food che in occasione della celebrazione fa sapere che in 10 anni il consumo di pasta nel mondo è raddoppiato, passando dai quasi 9 ai 17 milioni di tonnellate all’anno.

Non solo, la tendenza nell’ultimo biennio a scegliere un piatto di pasta rispetto ad altro è ampiamente cresciuto rispetto ai livelli pre-pandemici.

In questo settore l’Italia fa da porta bandiera: tanto per piatti messi in tavola, è infatti italiano 1 piatto su 4 consumato ogni giorno; restando un punto di riferimento anche nel settore della produzione, con 3,9 milioni di tonnellate.

Esporta poi molto il nostro Paese. Infatti, il 62% della produzione nostrana finisce sui mercati esteri, soprattutto Germania, Francia, Arabia Saudita, Giappone. Il settore importantissimo per l’industria italiana, composto da 120 mila imprese con un indotto di oltre 10 mila addetti e un fatturato che si aggira sui 5,6 miliardi di euro.

Leggi anche -> Carboidrati, la scienza li assolve: proteggono il cuore

Il World Pasta Day 2021 e la campagna social per combattere la fame

world pasta day 2021
Pasta (foto Unsplash)

Il World Pasta Day anche per quest’anno si celebra strizzando l’occhio alla solidarietà. Saranno, infatti, donati 300 mila pasti alla Caritas grazie all’aiuto dei pastai italiani, tutti però possono contribuire, basta postare una foto sui social.

L’Unione Italian Food, che ha dato i natali alla giornata, è sempre attenta ai temi dell’assistenza e aiuto ai più bisognosi. Anche per quest’anno ha, quindi, lanciato AlDente la campagna social per combattere la fame.

Ad affiancare UIF c’è l’International Pasta Organization che ha invitato i pastai d’Italia a donare primi piatti alle Caritas di Milano, Napoli, Roma e Palermo. Tutti però potranno essere parte attiva del progetto condividendo sui social un piatto di pasta usando l’hashtag #haveagoodpasta.

Per ogni scatto condiviso saranno donati pasti alle persone più bisognose.

Leggi anche -> Tagliatelle allo zafferano, la ricetta facile e veloce dal gusto inconfondibile