World Pizza Day 2022, la pizza più amata in Italia è solo una: le abitudini al consumo dopo la Pandemia

Nonostante la pandemia in corso la pizza è uno dei piatti che non teme la crisi, lo descrivono bene gli ultimi dati relativi al suo consumo su tutto il territorio nazionale. 

Pizza napoletana consumo in Italia dati aggiornati
Pizza napoletana (Foto di Paolo AdobeStock)

Dal 2017 la pizza, o meglio l’Arte dei Pizzaioli napoletani, è Patrimonio Immateriale dell’umanità Unesco che va preservato in ogni sua fase e progettualità che va dall’impasto, la manualità, fino alla cottura in forno a la farcitura con materie prime di elevata qualità.

I dati di Confcommercio del 2020 raccontavano una realtà in netta crescita per il mercato della pizza: 8 milioni di pizze sfornate ogni giorno in Italia, pari a quasi 3 miliardi in un anno.

Il giro di affari di fatturato è di 15 miliardi ma con movimento economico superiore ai 30. Una vera leva che muove tutto il nostro comparto alimentare da Nord a Sud Italia.

Inoltre i dati Doxa fanno sapere che 9 italiani su 10 mangiano pizza almeno una volta a settimana, che arrivano a 2 volte per il 40% della popolazione. Il motivo? Ingredeinti freschi, praticità, piatto completo e anche a buon mercato.

Infatti i prezzi medi si attestano intorno ai 7 euro su tutto la Penisola, con picchi superiori ai 10-12 euro per pizze gourmet con farciture speciali e lievitazioni anche superiori alle 48 ore. Ma qual è la regione che ne mangia di più e soprattutto qual è la versione più amata?

Le abitudini di consumo degli italiani sono “lievitate”. Incredibile

Forse non ci crederete ma non è la Campania la regione dove si consuma più pizza in Italia, bensì la Sardegna con Alghero al primo posto assoluto seguita da Fossano (CN) e Città di Castello (PG). Per completare la top 10 della città più amanti della pizza ci sono Alba, Carmagnola seguita da Crotone, Lucca, Trento, Cassino e Gorizia.

World Pizza Day le peggiori al mondo
Pizza napoletana (Foto di bnenin AdobeStock)

Mentre le pizze più amate? Secondo un sondaggio stilato da Deloveroo in base alle ordinazioni richieste, tra le pizze preferite dei nostri connazionali, al primo posto sempre la Margherita per la sua semplicità e facilità in termini di digestione.

Seguono la Diavola e la Capricciosa, al secondo e terzo posto. A ruota arrivano gli altri mostri della panetteria nazionale con la Marinara, mentre la margherita con mozzarella di Bufala si colloca quinta.

Non dimentichiamo pero la Napoli, la Wurstel e patatine, la 4 Formaggi e l’Ortolana (per chi vuole restare a dieta con gusto).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @pizzaioli_napoletani_2021 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> 17 gennaio World Pizza Day, le pizze più strane in giro per il mondo

Sempre Deliveroo ha stilato la classifica delle varianti regionali più apprezzate dai suo consumatori. Sul primo gradino del podio regionale la Napoletana che finalmente ottiene il riconoscimento tanto atteso con oltre l’80% delle preferenze sulla altre tipologie di impasto.

Seguono la “scrocchiarella” romana,  la pizza “al padellino” di Torino e lo sfincione siciliano. Pizza alta, bassa, morbida o croccante, non importa se l’importante è mangiare uno dei piatti più amati da grandi e piccini che tutto il mondo