Calamari gratinati al forno, con questo trucco saranno più buoni di quelli fritti

I calamari gratinati al forno sono un secondo appetitoso che se preparati mettendo in pratica un piccolo segreto saranno addirittura più gustosi di quelli fritti

Calamari gratinati
Calamari gratinati (foto da Instagram @glutenfree4sisters)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Tempo d’estate e sulle tavole, ancora di più rispetto alle altre stagioni dell’anno, i veri protagonisti sono i prodotti che il mare riesce a donare.

In particolare i calamari riescono ad essere usati in una grande varietà di piatti tutti davvero da leccarsi i baffi grazie al loro sapore intenso.

Solitamente siamo abituati a cucinare questo meraviglioso mollusco friggendolo oppure usandolo come ingredienti di risotti e primi piatti.

I calamari gratinati al forno sono un secondo sfizioso e leggero che non farà per nulla rimpiangere quello cucinato con il metodo della frittura.

Gratinandoli con una gustosa panatura otterrete un piatto gustoso e soprattutto non reso pesante dal classico tuffo dell’olio senza però perdere nulla in termini di bontà.

Una delizia che è bello preparare proprio d’estate per offrire ai propri ospiti un secondo golosamente croccante dal sapore unico.

Calamari gratinati al forno, la ricetta

Il segreto dei calamari gratinati al forno sta tutto nella sua croccante panatura che riescono a rendere questo piatto appetitoso proprio, se non di più, di quelli fritti.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Calamari gratinati al forno
Calamari freschi (foto da Pixabay di TWNN)

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 800 g Calamari
  • 1 spicchio Aglio
  • Prezzemolo q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Limone q.b.
  • 10 cucchiai mollica di pane casereccio ( o pan grattato)
  • Mezzo bicchiere di vino bianco

PROCEDIMENTO

Per preparare i vostri calamari gratinati al forno dedicatevi innanzitutto alla pulizia accurata del mollusco lavandolo con abbondante acqua.

Eliminate quindi le interiora, gli occhi, la bocca centrale e la pelle staccandone poi la testa. Questa è un’operazione che si sicuro potrà fare anche il vostro pescivendolo di fiducia se volete

Ora lavate per bene la testa, anche e soprattutto all’interno, prima di tagliarla formando i famosi cerchietti. Tagliate poi anche la restante parte del corpo dei calamari.

Lasciate quindi i pezzi in uno scolapasta in modo da dargli l’opportunità di eliminare tutta l’acqua in eccesso e dedicatevi per un momento agli altri ingredienti.

In una ciotola create un’emulsione unendo all’olio il succo di limone insieme alla sua scorza grattugiata. Aggiungete quindi anche il prezzemolo tritato, l’aglio e il vino.

Alla fine insaporite con un pizzico di sale e un po’ di pepe macinato. Mescolate per bene e quindi unite i calamari lasciandoli a marinare per circa mezz’ora.

A questo punto fate sgocciolare i calamari e metteteli in un tegame che dopo potrà essere usato anche per il forno. Mettete quindi sul fuoco e lasciate rosolare per qualche minuto fino a dorarli.

Intanto dedicatevi alla panatura mescolando il pangrattato (oppure il pane raffermo tritato, insieme al prezzemolo, la scorza di limone grattugiata, sale, pepe e olio extravergine d’oliva.

Togliete ora i calamari dal fuoco e buttateli nella panatura avendo cura di andare a coprire per bene tutta la loro superficie.

Metteteli ora nuovamente nel tegame e lasciateli cuocere per una decina di minuti in forno preriscaldato a 180°.

Calamari gratinati
Calamari gratinati (foto da Instagram @gusta_de_gusta_blog)

Adesso i vostri calamari gratinati al forno sono pronti per essere gustati magari accompagnati da un ottimo bicchiere di vino bianco ovviamente ben freddo.