Frammenti metallici nella farina di cocco: Ministero richiama alcuni lotti

Frammenti metallici nella farina di cocco: Ministero richiama alcuni lotti

Farina di cocco

Il Ministero della Salute ha richiamato la farina di cocco biologico distribuita con i marchi Baule Volante e Fior di Loto per la possibile presenza di frammenti metallici. Il richiamo è stato diffuso anche dalla catena di supermercati del biologico NaturaSì.

La farina a marchio Baule Volante è venduta in confezioni da 375 grammi da consumarsi preferibilmente entro il 05/10/2019, mentre il medesimo prodotto di marca Fior di Loto è distribuito in confezioni da 500 grammi con termine minimo di conservazione 22/06/2019. Le farine di cocco richiamate sono state prodotte per Baule Volante & Fior di Loto Srl da Stella Food Srl, nello stabilimento di via Massimo D’Antona 5 a Rivalta di Torino.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare la farina di cocco bio a marchio Baule Volante e Fior di Loto in questione e restituirla al punto vendita d’acquisto, dove si provvederà alla sostituzione o al rimborso e a rispondere a eventuali domande.

La farina di cocco è il risultato della macinatura della polpa essiccata della noce di cocco.  Questa farina è ricca di grassi ed assicura un apporto calorico notevole, ma è anche ricca di sostanze benefiche per il nostro benessere, dalle spiccate proprietà antibatteriche e antifungine. Il contenuto di fibre e sali minerali è notevole, mentre scarse sono le concentrazioni di vitamine, carboidrati e proteine. Non contiene glutine e ha un basso indice glicemico, quindi può essere consumata anche da chi soffre di celiachia o da chi ha problemi infiammatori legati al consumo di grano. E’ perfetta per i diabetici.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post