Acqua proteica, la nuova frontiera del benessere: cos’è e a cosa serve?

È una moda che da qualche anno sta spopolando anche qui in Italia: parliamo dell’acqua proteica. Ma cos’è? A cosa serve? Scopriamo insieme benefici e controindicazioni.

acqua proteica cos'è
Acqua proteica (foto da Canva) – Checucino.it

Sugli scaffali dei supermercati vediamo ultimamente moltiplicarsi esponenzialmente la presenza di questo prodotto. Ne fanno in genere uso gli sportivi ma anche persone che vogliono implementare maggiormente l’assunzione di proteine nell’arco della giornata. Stiamo parlando di un liquido assai famoso negli Stati Uniti d’America ma che nell’ultimo periodo sta facendo il boom anche qui in Italia: l’acqua proteica.

Essa non è altro che una semplice bottiglia d’acqua minerale, la quale viene arricchita con una quantità di proteine extra. Solitamente la dose varia tra i 10 ed i 20 grammi e deriva per lo più da collagene idrolizzato, legumi o siero di latte. Ne esistono di moltissime tipologie: c’è chi punta a fornire maggiori quantità di vitamina B, chi mira ai sali minerali come zinco, magnesio o calcio, oppure che innesta altri micronutrienti.

Acqua proteica: cos’è e a cosa serve?

Per renderle ancora più appetibili sul mercato, le grandi aziende stanno immettendo nelle bottiglie di acqua proteica aromi o zuccheri aggiunti al fine di modellare il gusto della bevanda a proprio piacimento. Proprio per questo motivo, prima dell’acquisto, sarebbe bene leggere attentamente la lista degli ingredienti. 

acqua proteica
Il prodotto in questione (foto da Canva) – Checucino.it

Ma a cosa serve questo prodotto? Innanzitutto, essendo acqua, per antonomasia disseta. In secondo luogo, aumenta leggermente l’apporto proteico giornaliero in modo da possedere più energie durante l’arco della giornata. Contribuisce, seppur in maniera molto labile, alla diminuzione della massa grassa del proprio corpo. Infine, è assai consigliata per gli sportivi in quanto favorisce un rapido recupero fisico post allenamento. Disclaimer fondamentale: come si diceva in precedenza l’apporto di proteine è minimo e dunque questa tipologia di acqua non potrà mai venir considerata come una fonte di proteine primarie.

Controindicazioni

acqua proteica controindicazioni
Le controindicazioni espletate dal medico curante (foto da Canva) – Checucino.it

Attualmente non esistono linee guida generali in merito. Nonostante ciò, si può affermare che il consumo di acqua proteica non faccia derivare grandi rischi per la salute umana. Tuttavia, coloro che soffrono di particolare patologie dovrebbero chiedere un parere al proprio medico curante prima di assumere tale liquido. Infine, sarebbe meglio evitarla per i soggetti che possiedono una funzionalità renale ridotta, problemi di metabolismo o allergie alle proteine del siero del latte.

Gestione cookie