Sale rosa dell’Himalaya: usi e benefici


ThinkstockPhotos-521954083

Il sale è uno degli elementi basilari nella dieta quotidiana di ogni persona e si trova quasi ovunque, ma forse non tutti sanno che esistono varie tipologie di sale.

Quello che utilizziamo comunemente in cucina è di colore bianco e viene estratto dal mare (sale marino): l’acqua marina viene raccolta nelle saline e fatta evaporare, in modo da far evaporare l’acqua e affiorare il sale.

In seguito viene portato in raffineria, lavato, depurato e vengono aggiunti antiaglomerati chimici per evitare che si formino grumi. Ma esiste un tipo di sale assai pregiato e benefico per la nostra salute: il sale rosa cristallino dell’Himalaya, il più puro e completo della Terra che unisce al cloruro di sodio altri 84 oligoelementi che sono indispensabili al nostro corpo.

Il sale rosa himalayano non viene raffinato, quindi non viene trattato chimicamente, è facilmente assimilabile dall’intestino e non viene utilizzato solo per l’alimentazione. Il suo colore rosa è dovuto alla presenza del ferro e dal fatto che non viene sottoposto ad alcun trattamento sbiancante con additivi.

Perché è migliore del nostro sale marino? Innanzitutto limita il rischio di ritenzione idrica e ipertensione dato che ha valori di cloruro di sodio bassissimi.

Inoltre promuove un equilibrio stabile del pH a livello delle cellule, riduce i comuni segni di invecchiamento, tende ad evitare i crampi, supporta la circolazione del sangue, favorisce un sonno migliore, attenua e previene i problemi respiratori, pulisce l’intestino e stimola il desiderio sessuale.

Ma il suo utilizzo non concerne solo l’ambito alimentare. Infatti con il sale rosa dell’Himalaya è possibile preparare un bagno caldo per ridurre i dolori articolari o una soluzione salina utile per disinfettare il cavo orale in caso di mal di gola e raffreddore.

Il sale rosa dell’Himalaya si può acquistare in erboristeria, nei negozi di prodotti biologici o anche in qualche supermercato ben fornito. In cucina esalta il sapore delle pietanze ed è consigliato soprattutto per carne, insalate, verdure alla griglia e salse. Ma attenzione: il sale bianco da cucina non contiene di certo glutine, mentre per il sale rosa l’AIC non rilascia informazioni.

Tags:






Altre Ricette Buonissime

Commenta