Asparagi, perchè fanno bene all’organismo? Proprietà e benefici

Asparagi, perchè mangiarli? Scopriamo le proprietà e i benefici degli asparagi e il perchè fanno così bene all’organismo.

asparagi
foto pixabay

Con il nome asparago si intende sia il germoglio, sia l’intera pianta, il cui nome scientifico è Asparagus Officinalis, appartenente alla famiglia delle Liliaceae.

Per quanto ne esistano diverse varietà, non bisogna essere tratti in inganno dal colore: il fatto che siano verdi, bianchi o violetti dipende dalle condizioni in cui sono stati coltivati, nello specifico dall’esposizione alla luce.

Ci sono prove della sua coltivazione nell’antichità in Asia Minore e in Egitto, mentre in Europa sono popolari da tempi relativamente recenti, pochi secoli, e lo stesso vale, per l’America, per quanto oggi Perù, Messico e Stati Uniti siano fra i maggiori produttori mondiali, dopo la Cina. L’Italia è il terzo produttore europeo, dopo Germania e Spagna.

L’asparago in cucina si accompagna bene con formaggi stagionati come il parmigiano, può essere protagonista di un risotto o di una pasta, e si sposa senza difficoltà con carni bianche e rosse, insaccati o crostacei. Lega molto bene anche con altre verdure, come carciofi o zucchine.

 

Asparagi, proprietà nutrizionali e benefici

Le proprietà più riconosciute agli asparagi sono quelle diuretiche, seguite da quelle antiossidanti.

Questa pianta però contiene molte altre sostanze utili all’organismo, tra qui acido folico, fibre, l’asparagina e la rutina.

asparagi
foto Pixabay

Ricco d’acqua, povero di grassi, privo di colesterolo, l’asparago offre vitamine in abbondanza, dalla A alla C ad alcune del gruppo B, e una notevole ricchezza di sali minerali, come fosforo e calcio, anche se il minerale di cui è in assoluto più ricco è il potassio.

Potrebbe interessarti anche -> Dacquoise con ricotta e pere di Damiano Carrara, gustosa e senza lattosio

Una particolare “controindicazione” dell’asparago è la sua capacità di modificare l’odore dell’urina, un effetto legato alla metabolizzazione ed espulsione di alcuni componenti del germoglio che contengono zolfo.

Inoltre, gli asparagi sono assolutamente controindicati in caso di gotta, nefropatie e problemi all’apparato urinario.

Potrebbe interessarti anche -> La carota, quello che non sapevi. Ecco perchè mangiarla!