Posso mangiare il gelato al posto di un pranzo? la risposta non è scontata

Il caldo e la scarsa voglia di trascorrere troppo tempo ai fornelli ci fa scegliere il gelato al posto del pranzo. È indicato per la nostra salute?

gelato pranzo
Gelato al posto del pranzo Credit Adobestock – Checucino

Le alte temperature e il calore emanato dai fornelli non invoglia la preparazione di piatti e si fa fatica anche a mangiarli. Ci si accontenta quindi di sostituire i pasti principali con la frutta, con lo yogurt o con un gelato.

Con diversi gusti e con un’offerta sempre più ampia e variegata, veniamo attratti da gusti nuovi e colori invitanti. Non è da meno la freschezza e il sollievo dal caldo che il gelato ci trasmette.

Quando per la pausa pranzo non riusciamo a tornare a casa, in estate, la praticità e la velocità di consumare un gelato ci attrae sotto tutti i punti di vista ma considerando l’apporto nutritivo di un gelato, si può considerare un valido sostituto del pasto?

Si può mangiare un gelato al posto del pranzo?

gelato pranzo
Gelati colorati ed attraenti Credit Adobestock – Checucino

Quando facciamo riferimento al pasto principale della giornata oppure quando ci riferiamo ad un pasto completo occorre considerare le calorie ma soprattutto l’apporto nutritivo che un pranzo o una cena fornisce al nostro organismo.

Un pasto completo deve comprendere carboidrati, proteine e grassi buoni nella giusta proporzione secondo quanto il nostro organismo richiede. Un pasto completo deve essere ricco di vitamine e sali minerali.

Un gelato apporta poche proteine e tanti zuccheri. I grassi presenti sono spesso idrogenati, proprio quelli che non sono necessari al nostro organismo. Anzi sono proprio quelli da evitare perché alzano il valore del colesterolo cattivo e fanno scendere quello del colesterolo buono.

quinoa
Piatto quinoa e verdure (Foto Adobe) – checucino.it

Come in tutto è bene non esagerare, quindi i nutrizionisti consigliano di non superare due volte a settimana integrando la sera almeno una parte dei nutrienti mancanti.  Se invece consumiamo i gelati come merenda, spuntino o dolce, il discorso cambia perché manteniamo i nutrienti con gli altri pasti nel corso della giornata.

Un modo per attenuare l’apporto di zuccheri è abbinare ad un gusto crema, un gusto frutta in modo da introdurre proteine e grassi riducendo il carico glicemico. Se abbiniamo il gelato ad una ricca insalata riusciamo anche a contenere il senso di colpa.

Gestione cookie