Nazionale italiana, cosa mangiano gli azzurri? La dieta dei calciatori

La nazionale italiana sta facendo sognare il Bel Paese nel campionato europeo. Ma cosa mangiano gli azzurri per restare in forma? Ecco la dieta dei nostri calciatori.

(Foto Getty Images)

La nazionale italiana è arrivata in finale! I nostri campioni hanno battuto la Spagna ai quarti conquistando l’accesso alla partita decisiva del campionato europeo

Una prova niente male per gli azzurri che nel corso di tutto il campionato hanno dimostrato grande forza e un talento sportivo ineguagliabile.

Ma cosa mangiano per restare in forma e ottenere risultati di questo tipo? Scopriamo insieme la dieta dei nostri calciatori.

Allenati da Roberto Mancini, gli azzurri sono sottoposti ad una preparazione dura e lunga.

Il faticoso percorso che li porta al campo della competizione ufficiale, tuttavia, non si concentra unicamente sull’allenamento fisico.

Nazionale italiana: il segreto del successo parte dal cibo

Lontano dal campo i calciatori sono sottoposti ad un rigenerante riposo e a un’alimentazione ferrea.

Cosa mangiano gli azzurri? Partiamo dai cibi che sono tassativamente esclusi dalla loro dieta.

(Foto Getty Images)

Ai calciatori sono vietati pane, pizza, grissini, di ogni genere.

Al contrario è imposto il consumo di verdure senza limitazioni, frutta e formaggi.

Ma il vero segreto è nella quantità di pasti. Gli azzurri devono mangiare almeno sei volte al giorno.

La giornata comincia con un’abbondante colazione, prosegue con uno spuntino durante gli allenamenti, segue il pranzo, lo spuntino pomeridiano, cena leggera e anche lo spuntino notturno.

Potrebbe interessarti anche -> Bruno Barbieri, i suoi preziosi consigli per fare la spesa: come cambiare il vostro frigorifero

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nazionale Italiana di Calcio (@azzurri)

 Ma a cosa serve ingerire cibo così frequentemente? Il sistema è studiato per ripartire le calorie in maniera adeguata durante tutto il corso della giornata. Così l’apparato digerente non si affaticherà, oltre a mantenere costante il livello glicemico ed evitando cali di pressione.

Potrebbe interessarti anche -> La ricetta del ragù bolognese di Raffaella Carrà

Non solo. Importante è anche l’alimentazione prima di andare a dormire: gli azzurri si nutrono soprattutto di proteine magre, capaci di fornire il giusto apporto di amminoacidi che, a loro volta, consentono di ripristinare i danni prodotti dagli affaticamenti fisici.

Insomma, un regime alimentare ferreo ma efficace, complimenti ai calciatori della nazionale!