Affilare le lame del frullatore, il segreto degli chef. Non buttare questo alimento

C’è un trucco che è molto consigliato per affilare le lame del frullatore. E che funziona senza spese e con il riciclo di quel che resta di un ingrediente che usiamo ogni giorno.

Le lame di un frullatore
Le lame di un frullatore (Foto Canva)

Affilare le lame del frullatore, come fanno gli chef più rinomati? C’è un metodo per riuscirci senza che le stesse risultino danneggiate, anche dopo un utilizzo prolungato nel tempo. Anzi, torneranno di nuovo al meglio, pronte per essere usate per diverse altre ricette ancora.

Certo, gli oggetti invecchiano proprio come noi, e questo loro decadimento dipende dal tipo di impiego che ne facciamo oltre che da altri fattori. Come ad esempio lo stato di conservazione che riserviamo loro. Più ci prendiamo cura di qualcosa e più probabilità ci sono che questa riesca a perdurare nel tempo.

Però l’usura è un qualcosa di inevitabile. Ad ogni modo possiamo contrastarla con una adeguata manutenzione. E nel caso dell’affilare le lame del frullatore, l’utilità di questo comodo ed indispensabile elettrodomestico da cucina rimarrà sempre molto elevata.

Affilare le lame del frullatore,

Dei gusci di uova
Dei gusci di uova (Foto Canva)

Come detto, molti grandi chef hanno i loro metodi per affilare le lame del frullatore. Che altrimenti non sminuzzerebbero il cibo come richiesto dalle ricette di riferimento. Ed uno dei più utili nonché sorprendenti è costituito dall’impiego di uno scarto da cucina.

LEGGI ANCHE: Bicchieri opachi, il metodo infallibile usato dalle casalinghe per renderli lucidi e senza macchie

Si tratta del residuo di uno degli ingredienti più utili e diffusi che ci siano. E che mai può mancare ai fornelli. Per affilare le lame del frullatore sembra che quasi niente funzioni meglio dei gusci di uovo. In particolare ce ne vogliono otto, da sciacquare sotto acqua corrente fredda e da asciugare con un panno pulito.

LEGGI ANCHE: Raffreddore, con questi 6 cibi stop influenza: sono miracolosi

Vanno poi schiacciati con un cucchiaio e riposti in congelatore all’interno di un contenitore. Estraiamoli dopo mezzora, il tempo necessario per farli irrigidire quanto basta. E quindi passiamoli nel frullatore, azionando quest’ultimo al minimo della potenza per poco meno di un minuto.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Quindi incorporiamo dell’acqua ed azioniamo di nuovo il frullatore, con le stesse modalità. L’ultimo passo da compiere sarà solo lucidare l’interno del nostro frullatore, lame incluse, che appariranno come nuove.