Cancro: bambini nati da madri obese hanno più rischi

Cancro: bambini nati da madri obese hanno più rischi

di Ivana Tramontano

Secondo una nuova ricerca, i bambini nati da madri obese hanno il 57% di probabilità in più di sviluppare il cancro .

I ricercatori, che hanno analizzato oltre 2 milioni di nascite e 3.000 casi di cancro in Pennsylvania, ritengono che le interruzioni dei livelli di insulina nei punti cruciali dello sviluppo del feto possano mettere in moto pericolosi cambiamenti cellulari che portano a malattie.

La connessione è così forte, hanno detto, che dovrebbe scoraggiare le future madri dal fast food e dallo zucchero in eccesso, che potrebbe far deragliare il suo controllo dell’insulina. “Al momento, non conosciamo molti fattori di rischio evitabili per il cancro infantile”, ha detto l’autore principale Dr Shaina Stacy, epidemiologa dell’Università di Pittsburgh. “La mia speranza è che questo studio possa in un certo senso potenziare e motivare la perdita di peso”.

La sua squadra ha analizzato le registrazioni di nascita e cancro registrate nello stato della Pennsylvania tra il 2003 e il 2016. Hanno trovato bambini nati da madri gravemente obese – con un BMI (indice di massa corporea) superiore a 40 – avevano un rischio di leucemia superiore al 57 per cento prima dei cinque anni.

La dott.ssa Stacy ha dichiarato: “Il nostro intento non è di far vergognare le donne o farle sentire colpevoli. Ma invece, speriamo che questi risultati siano un motivo in più per la perdita di peso”. I risultati, pubblicati sull’American Journal of Epidemiology, erano basati sul BMI pre-gravidanza nelle madri e sulla successiva diagnosi di cancro nella loro prole.

Hanno tenuto dopo aver preso in considerazione altri fattori di rischio noti per il cancro infantile, come le dimensioni del neonato e l’età materna. I ricercatori non sanno perché esiste un’associazione così considerevole tra l’obesità materna e il cancro infantile, ma hanno alcune teorie. “Possiamo ipotizzare che potrebbe avere qualcosa a che fare con le interruzioni dei livelli di insulina nel corpo della madre durante lo sviluppo fetale, o che l’espressione del DNA della madre potrebbe essere alterata in qualche modo e passata alla sua prole”, ha detto al Daily Mail.

Fondamentalmente, non tutti i livelli di obesità portano lo stesso rischio. Anche piccole quantità di perdita di peso possono tradursi in una reale riduzione del rischio. In conclusione dal punto di vista della prevenzione, mantenere un peso sano non è solo un bene per la madre, ma anche per i bambini.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post