Carrot cake in versione senza zucchero e gluten free. Leggera, per tante esigenze

Si rifà alla classica torta inglese alle carote, la carrot cake, ma trasformandola in versione gluten free, senza zucchero e molto meno calorica. Tutto il gusto delle carote in un dolce leggero e buonissimo.

carrot cake gluten free senza zucchero ricetta
Carrot cake gluten free (Pinterest@myglutenfree-kitchen.com)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Danubio pizza con pan brioche, i bambini lo adoreranno! Merenda super golosa
  2. Lo chef italiano più ricco del mondo? Al primo posto una donna, è la nipote del regista più amato
  3. Insalata di patate: 3 ricette facili, fresche e soprattutto gustose

La carrot cake è conosciuta come la tipica torta a base di carote inglese e americana, che ha un impasto in cui sono presenti anche le noci e una farcitura di crema al formaggio che fa anche da frosting.

Ma oltre alla classica, certamente molto buona, di cui vi abbiamo già proposto la ricetta originale, c’è anche una versione diversa e decisamente più leggera, ma non solo, anche senza glutine.

Quella di cui parliamo qui ha proprio questi elementi, è gluten free ed è senza zucchero, dolcificata con l’eritritolo, ma non solo, ha modificato anche la crema risultando così decisamente più leggera e meno calorica, senza però perdere di gusto che rimane delizioso.

L’eritritolo usato come sostitutivo dello zucchero è un poliacol che è presente in modo naturale nella frutta e in alcuni cibi fermentati. È privo di calorie con un aroma molto simile al saccarosio.

Questa torta è un ottima scelta per chi segue un regime dietetico ipocalorico, per chi semplicemente vuol tenersi in linea e per tutti coloro che hanno l’esigenza per intolleranza o allergia di evitare il glutine.

Diverse esigenze che vanno a convergere in un dolce buonissimo che possiamo gustare fin dalla colazione, perfetto per la merenda e se si vuole, anche come fine pasto.

Ingredienti e preparazione della carrot cake gluten free e senza zucchero

Per esser più leggera la crema che solitamente farcisce e ricopre la carrot cake in questo caso fa solo da frosting ed è resa più light perché invece della tipica unione di formaggio e panna ha solo il formaggio, dolcificato anch’esso con eritritolo e aromatizzato alla vaniglia.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

carote grattugiate ricetta carrot cake gluten free senza zucchero
Carote grattugiate (Pinterest@myglutenfreekitchen.com)

INGREDIENTI (per una teglia da 22 cm circa)

  • 150 g di carote
  • 250 g di farina di riso
  • 100 g di noci pecan
  • 1 uovo intero + 1 albume
  • 80 g di eritritolo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci senza glutine
  • 1 fialetta di aroma alla vaniglia
  • 40 g di olio di cocco

Per il frosting:

  • 200 g di formaggio spalmabile light
  • 80 g di eritritolo
  • 1 fialetta di aroma alla vaniglia

PREPARAZIONE (35 minuti circa)

Il procedimento per realizzare questa torta è semplicissimo. Per prima cosa lavare, pelare e grattugiare le carote, poi incorporare la farina di riso, aggiungere l’eritritolo, l’uovo intero e l’albume.

Unire anche le noci sgusciate e spezzettate abbastanza finemente con un coltello, poi anche l’olio di cocco, il lievito per dolci e l’aroma di vaniglia.

Mescolare via via che si aggiungono tutti gli ingredienti per incorporarli bene e ottenere così un composto che sarà denso e risulterà granuloso.

A questo punto versare il composto in un pirofila rettangolare leggermente unta con olio di cocco e mettere in forno in modalità statica dove dovrà cuocere a 180° per 20 – 25 minuti circa.

Nel frattempo preparare il frosting semplicemente lavorando il formaggio spalmabile con una forchetta fino a farlo diventare una crema insieme con l’eritritolo e l’aroma di vaniglia.

fetta carrot cake gluten free senza zucchero
Fetta di carrot cake gluten free (Pinterest@myglutenfreekitchen.com)

Quando la carrot cake è pronta, sfornarla e lasciarla raffreddare, poi spalmare sopra il frosting e tagliare a quadratoni per mangiarla. Essendo un dolce semplice e rustico non c’è bisogno di sformarla ma può rimanere all’interno della pirofila ed esser servita da lì.

Gestione cookie