Cartellate

PREPARAZIONE: 1 ora COTTURA:
Cartellate: la preparazione

ThinkstockPhotos-466281981

Prendete la farina e cospargetela a forma di corona su una spianatoia.

Al centro addizionate olio e vino intiepidito.

In 50 cl di acqua tiepida sciogliete un pizzico di sale e utilizzate per impastare il composto fino a quando non avrete ottenuto una certa compattezza elastica, né troppo dura, né troppo morbida.

Prendete il panetto e chiudetelo in un canovaccio per una mezz’ora.

Poi stendetelo con l’aiuto di un mattarello in modo da ottenere una sfoglia di 1-1,5 cm e con la rotella tagliate delle strisce non più larghe di 3-4 cm.

 

Piegate le strisce a metà e pizzicate le strisce ogni 3 cm formando dei piccoli calici, poi arrotolatele su se stesse a forma di spirale, ponetele su un canovaccio e lasciate asciugare per 6-8 ore (anche tutta la notte).

ThinkstockPhotos-467603565

Infine friggete le cartellate in abbondante olio bollente, poi immergetele nella pentola con il vincotto riscaldato (senza farlo bollire).

Le cartellate vanno immerse con i calici verso l’alto.

Sistematele in una coppa di vetro o di coccio. Al posto del vincotto si può usare anche il miele.

Possono conservarsi anche per 20 giorni, a patto di avere l’accortezza di chiuderle per bene.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post

Cartellate

PREPARAZIONE:30 minuti COTTURA:10 minuti
DIFFICOLTA': Facile COSTO: Basso
Cartellate

LA PREPARAZIONE
di Ivana Tramontano
INGREDIENTI

    ThinkstockPhotos-466281981

    Prendete la farina e cospargetela a forma di corona su una spianatoia.

    Al centro addizionate olio e vino intiepidito.

    In 50 cl di acqua tiepida sciogliete un pizzico di sale e utilizzate per impastare il composto fino a quando non avrete ottenuto una certa compattezza elastica, né troppo dura, né troppo morbida.

    Prendete il panetto e chiudetelo in un canovaccio per una mezz’ora.

    Poi stendetelo con l’aiuto di un mattarello in modo da ottenere una sfoglia di 1-1,5 cm e con la rotella tagliate delle strisce non più larghe di 3-4 cm.

     

    Piegate le strisce a metà e pizzicate le strisce ogni 3 cm formando dei piccoli calici, poi arrotolatele su se stesse a forma di spirale, ponetele su un canovaccio e lasciate asciugare per 6-8 ore (anche tutta la notte).

    ThinkstockPhotos-467603565

    Infine friggete le cartellate in abbondante olio bollente, poi immergetele nella pentola con il vincotto riscaldato (senza farlo bollire).

    Le cartellate vanno immerse con i calici verso l’alto.

    Sistematele in una coppa di vetro o di coccio. Al posto del vincotto si può usare anche il miele.

    Possono conservarsi anche per 20 giorni, a patto di avere l’accortezza di chiuderle per bene.

     

    Attiva modalità lettura

    Fai il login e salva tra i preferiti questo post