Come conservare le lasagne avanzate la domenica: mai fare questo errore!

Crude o cotte? In frigo o fuori, ma soprattutto in quale contenitore vanno poste? Sono il pranzo della domenica per eccellenza ma sapete con si conservano le lasagne?

lasagne come conservarle al meglio
Teglia di lasagna (foto da Adobestock)

Le lasagne sono il piatto della domenica per eccellenza; che siano le super classiche al ragù o quelle di “stagione” con la zucca o ancora quelle più corpose magari con pancetta e pistacchio, insomma con le lasagne ce n’è davvero per tutti i gusti.

E capita spesso che poi alla fine del pranzo le lasagne avanzino, di conseguenza viene normale conservarle per consumarle poi nei giorni successivi. Sì ma come si conserva correttamente la lasagna? Intanto partiamo col dire che le lasagne possono essere conservate sia intere che porzionate, ma il passo più importante comunque è che per essere conservate correttamente, quindi prima di refrigerarle, debbano essere a temperatura ambiente.

Ma non è tutto! Quando si parla di conservazione dei cibi in generale, ci sono alcuni accorgimenti da seguire, come in questo caso; di seguito vi forniamo una guida pratica.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cosa fare e cosa non per conservare le lasagne

La conservazione dei cibi è una cosa seria che fatta correttamente ci permette di non solo di mantenere al meglio le preparazioni ma anche di evitare spiacevoli condizioni di salute. Vediamo, quindi, cos’è meglio preferire e cosa andrebbe evitato quando conserviamo la lasagna.

lasagna bianca
Lasagna bianca (foto da Aodbestock)

È importante, in poche parole, stare attenti agli strumenti quando si decide di conservare un alimento o preparazione e nel caso delle lasagne e decidere di disporle nei contenitori di alluminio oltre a sigillare con l’apposito cartoncino è bene avvolgerla ulteriormente nella carta alluminio o nella pellicola e solo dopo congelarla.

Mentre se avete intenzione di conservarla in frigo perché sapete, per esempio, di consumarla il giorno dopo, i contenitori a chiusura ermetica vanno più che bene e possono essere utilizzati anche per il congelatore.

Se preparate le lasagne e volete conservarle crude potete ovviamente farlo purché le cuociate entro 2 giorni; i latticini e la cerne presenti non possono stare troppo tempo in giacenza anche se si tratta del frigo. Diverso il discorso della conservazione in freezer o meglio le regole sono sempre le stesse quella che cambia è la data di scadenza, non più 2-3 giorni come nel caso del frigo ma anche 2 mesi, in questo caso però ricordatevi di segnare sulla confezione quando sono state preparate.

vaschette di alluminio per conservazione cibi
Vaschette di alluminio (foto da adobestock)

Ultimo metodo di conservazione eccellente è il sottovuoto; in questo caso le lasagne cotto e porzionate (ma solo perché i sacchetti arrivano fino ad una certa misura, ndr) possono resistere in frigorifero anche 1 settimana.