Come digerire la cipolla: il rimedio infallibile della nonna

Qualche rimedio utile e infallibile per digerire meglio la cipolla. I vecchi metodi della nonna che non sbagliano mai.

come digerire la cipolla
Cipolla su tagliere con altri ingredienti (foto da Pixabay di -webvilla)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La cipolla fa parte della nostra tradizione culinaria, certo però consumarla può non essere facile. Molti la eliminano perché proprio non riescono a smettere di piangere quando si trovano a sminuzzarla o perché non riescono a sopportare l’alitosi che può determinare.

Altri, invece, pur riuscendone ad apprezzare il sapore sono costretti ad eliminarla perché non la digeriscono bene. Nei primi due casi c’è ben poco che si possa fare, per quest’ultimo invece, ci sono dei vecchi ed infallibili rimedi della nonna utili allo scopo. Così potrete tornare a gustare i vostri anelli di cipolla senza avere troppi problemi dopo.

I rimedi della nonna per riuscire a digerire meglio la cipolla

Le nonne ci insegnano tanto con la loro esperienza; ricette, trucchi, metodi di preparazione. La loro maestria raggiunge anche i metodi di digestione più appropriati. Ecco allora di seguito qualche rimedio utile per riuscire a digerire meglio la cipolla, come nonna comanda.

anelli di cipolla come digerirli
Anelli di cipolla (foto da Pixabay di infosilproduction)

I rimedi che vedremo distinguono la digestione della cipolla a seconda che sia cotta o cruda. Prima di vederli nello specifico diciamo però che c’è un metodo infallibile in entrambi i casi: lasciare in ammollo la cipolla affettata in acqua fredda o latte, avendo però cura di cambiare il liquido almeno due volte prima di consumarla.

Detto questo vediamo cosa consigliano le nonne per digerire la cipolla cruda. In questo specifico caso, il metodo più efficace è quello di immergere le rondelle crude in ammollo in acqua tiepida e aceto bianco per almeno 30 minuti, prima di mangiarla.

Valida alternativa prevede, invece di lasciarla in una ciotola con del ghiaccio per 10 minuti. In entrambi questi casi, la cipolla risulterà avere un sapore meno intenso e più delicato e quindi anche più facile da digerire.

cipolle crude come digerirle
Cipolla cruda sminuzzata (foto da Pexels di mali-maeder)

Per quanto riguarda le cipolle cotte, invece, i metodi sono diversi: se si deve preparare un soffritto meglio tagliare la cipolla finemente e lasciarla rosolare qualche secondo con vino bianco e un po’ di acqua prima di aggiungere le altre verdure.

Per tutte le altre preparazioni, infine, la cipolla deve essere stufata; basta metterla ad appassire in un pentolino con un filo di olio e un bicchierino di acqua in modo da ridurne acidità e pesantezza.

Restano poi valide, infine, trucchetti semplici come il non utilizzare cipolle troppo vecchie perché tendono ad avere un sapore molte più forte e in generale è bene mescolarla con erbe quali menta, basilico o prezzemolo che aiutano la digestione.