Come preparare il vero Casatiello napoletano: trucchi e consigli

0
21
Casatiello napoletano
Come preparare il vero casatiello napoletano

Il vero Casatiello napoletano: trucchi e consigli per non sbagliare niente durante la preparazione e la cottura

Casatiello napoletano
Come fare il vero casatiello napoletano

La Pasqua arriverà anche con l’emergenza Coronavirus. Non potremo uscire, assolutamente, ma nessuno ci vieta di preparare un buon casatiello per tutta la famiglia. Chissà, magari se la famiglia è numerosa andrà bene anche più di uno. Certo, la preparazione richiede pazienza e dedizione, ma soprattutto tanto ‘cuore’. Un po’ come in tutte le altre ricette, l’elemento principale è il cuore perché riesce a dare un tocco in più alla preparazione. Sempre e comunque. Il casatiello, inoltre, rappresenta una delle pietanze tipiche della tradizione napoletana a Pasqua. Ma sapete quali sono i segreti per un vero casatiello napoletano?

Il casatiello napoletano: i consigli per avere quello ‘autentico’

Come in tutte le altre ricette, ci sono delle regole da seguire. Degli elementi a cui proprio non possiamo rinunciare per far sì che la nostra ricetta riesca nel migliore dei modi. Il popolo napoletano tiene molto alla cucina e possiamo dire che il ‘casatiello’ sia un prodotto d’eccellenza. Con i suggerimenti che riportiamo di seguito, potrete preparare un buon casatiello con le vostre mani. Sarà squisito e nessuno potrà rinunciarvi.

  1. Per prima cosa, evitate il lievito di birra ed affidatevi al lievito madre. Potrete trovarne in qualunque panificio oppure prepararlo con le vostre mani come vi abbiamo già suggerito.
  2. Non affrettate i tempi. L’impasto deve crescere lentamente: come facevano le nostre nonne, ricopritelo con una pellicola e richiudetelo in un luogo chiuso. Armadio, sgabuzzino, quello che volete. Dovrà riposare almeno 24 ore.
  3. Lavate bene le uova. Il guscio verrà a contatto con l’impasto, per cui è consigliabile lavarle bene.
  4. Il ripieno dev’essere abbondante. Salumi, formaggi e chi più ne ha, più ne metta.
  5.  Per farlo venire morbido, al termine della cottura, abbassate un po’ la temperatura del forno. Se invece lo preferite croccante, attivate il grill negli ultimi minuti di cottura.