Se sei a dieta scegli la pasta riscaldata. Perché non fa ingrassare

Se stai seguendo un regime alimentare ferreo o semplicemente una dieta, dovresti optare per la pasta riscaldata nuovamente: il motivo.

Dieta pasta riscaldata perché
Pasta italiana (Foto di Yura per AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Con l’estate ormai vicinissima, e con la prova costume dietro l’angolo, tantissime persone hanno deciso di intraprendere una qualsiasi dieta pur di perdere qualche chilo di troppo.

Esistono un numero incredibile di regimi alimentari: per questo motivo l’ideale è sempre quello di rivolgersi ad un esperto per avere risultati importanti.

Nutrizionisti e dietologi non si limitano soltanto a prescrivere un menu settimanale, ma analizzano il quadro totale del proprio paziente mettendo a punto una dieta importante con alimenti adatti alla persona.

Qualcuno, per perdere peso, tende ad eliminare i carboidrati e in generale la pasta dai propri pasti. Invece di eliminarla, la cosa migliore sarebbe quella di ridurre le dosi.

Secondo alcuni interessanti studi, per chi è a dieta la pasta riscaldata per la seconda volta sarebbe perfetta: vediamo il motivo.

Se sei a dieta scegli la pasta riscaldata: il motivo

La pasta è un alimento alquanto interessante: poiché è abbastanza facile da digerire, fornisce subito l’energia all’organismo. Ricca di carboidrati e di vitamine del gruppo B, al suo consumo è associato la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore della felicità (l’individuo percepisce una sensazione di benessere generale).

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Dieta pasta riscaldata perché
Piatto di Pasta (Foto Pexels)

Secondo alcuni importanti studi, c’ è un modo per mangiare la pasta senza avere rimorsi. Gli esperti hanno spiegato che dopo una prima cottura, la ricetta con la pasta diviene più leggera e si assumono meno calorie.

Quando la pasta raffredda dopo la prima cottura, sviluppa una cosa davvero particolare chiamata amido resistente. Questa fibra resiste anche alla digestione e continua a fermentare anche nell’organismo non venendo scomposta in zuccheri.

L’amido resistente, inoltre, dona alla persona un grande senso di sazietà: quest’ultimo è utilissimo in caso di diete ferree.

Dieta pasta riscaldata perché
Piatto di pasta (Foto di Monica Turlui da Pexels)

Con questo metodo, quindi, anche in dieta non dovrete forzatamente salutare il vostro piatto di pasta preferito: con alcune finezze, è possibile quindi mangiare la pasta. Una cosa va comunque sottolineata: occhio -come per tutte le cose- sempre a non esagerare.